Beppe Trabona, “È tempo”: la recensione

Beppe Trabona, “È tempo”: la recensione

Dopo la vittoria al Varigotti Festival 2017 (Premio Nazionale per la Canzone d’Autore Emergente) con l’inedito Tu porti via il tempo, Beppe Trabona pubblica il primo full length È tempo, disponibile in tutti gli store on line e sulle maggiori piattaforme streaming. L’album, prodotto e arrangiato dal cantautore albenganese, è stato registrato presso Mazzifactory di Alessandro Mazzitelli (Toirano-SV) e mixato e masterizzato da Marco Barusso (BRX Studio-Milano).

«”È tempo” è una sorta di esortazione a non rimandare mai a domani la realizzazione dei propri progetti e dei propri sogni, ma è anche un invito a dare valore al tempo che scandisce le nostre vite. Il tempo passato, fatto di ricordi e talvolta di rimorsi e di rimpianti. Il tempo presente, fatto di attimi da immortalare e di possibilità da realizzare, in un futuro che è già qui».

Beppe Trabona traccia per traccia

Si parte dalla Paura del mare, introduzione particolarmente “ligure”, con classiche caratteristiche sonore da cantautorato influenzato dal jazz. Si prosegue con la soffice Tutto è un gioco, prima ma non ultima volta in cui Trabona propone soluzioni sognanti. Si prosegue con la soffice Quando mi addormento, anch’essa sognante e poi ritmata.

Per mille volte ancora apre affidando il centro della scena alla chitarra elettrica, prima che la voce si impadronisca del brano. Qualcosa di favolistico caratterizza la narrazione di Un Angelo in regalo, molto melodica ma con un che di jazz nel ritmo. Tra due note e le parole vede la collaborazione di Nico Ghilino: le note del pianoforte sottolineano un duetto vocale dal sapore classico.

Si parte su ritmi di tango con la fisarmonica di Verso l’Argentina, storia di emigrazione a partire dalla “Lanterna” verso il Sudamerica. Tu porti via il tempo recupera compostezza e si ambienta in stanze più ristrette. Suoni sintetici sottili introducono a È per te, movimentata ma romantica. Si chiude con la pioggia di E allora, narrativa e acustica.

Ci sono elementi del tutto tradizionali alla base della musica di Beppe Trabona. Il cantautore ligure costruisce sulla base di queste certezze solide, offrendo una propria visione e la propria distinta personalità.

Se ti piace Beppe Trabona assaggia anche: Gianni Pessino

 

Pagina Facebook

Rispondi