I Giocattoli: fuga nella (sur)realtà

Un singolo, Bill Murray, che si fa decisamente notare e un album in arrivo: nati quasi per gioco, I Giocattoli "rischiano" di uscire dal recinto dell'indie pop in tempi molto rapidi. Li abbiamo intervistati.

Come siete arrivati fin qui? Come nascono e crescono I Giocattoli?

Siamo nati per puro divertimento e noia. Dovevamo riempiere il dolce far nulla con qualcosa e quindi abbiamo iniziato suonando cover stupide dentro a un bagno riprendendo tutto con un cellulare e mettendo tutto online. La risposta del pubblico cresceva e da lì abbiamo deciso di rendere il tutto una vera scommessa e iniziare a scrivere brani nostri.

Come nasce “Bill Murray”? Potete raccontare qualcosa del video?

Bill Murray nasce in un periodo un po’ nero. In cui la vita sembrava una prigione con sbarre di metallo e la voglia di fuggire da questa era davvero forte. Il video è stato realizzato da Salvo Cataldo nostro caro amico e il soggetto e del nostro Duilio.

Nel video è presente una coppia apparentemente felice ma la cui unica voglia è quella di scappare da quella stanza (che rappresenta la routine) in cui si ritrovano. Unica via di fuga è un armadio/portale che porta in situazioni surreali, fuori comunque da quella vita. Ma il tutto è solo un desiderio, per questo si ritrovano alla fine sdraiati sempre su quel letto e privi di qualsiasi espressione.

A primavera uscirà il vostro album di debutto: potete raccontare qualcosa?

L’album si chiamerà “Machepretendi”. E’ un potpourri di quel che siamo. Testi spesso malinconici con musiche dinamiche. Amiamo molto questo contrasto.

Quanto assomiglierà ai singoli?

Non moltissimo. L’album è un po’ un viaggio a livello stilistico, passiamo dal pop al rock, dalla psichedelica all’elettronica.

Avete affidato la produzione a Carota (Stato Sociale) e Hyppo (Keaton): in che modo hanno influito sulla vostra musica?

Carota ed Hyppo hanno influito in maniera super positiva sulla nostra musica. Ci hanno fatto crescere tantissimo a livello artistico. E’ stata un esperienza unica e irripetibile, confrontarsi con gente già dentro al “sistema” da tanto tempo è stato davvero formativo.

Avete in programma altri singoli e video prima dell’uscita del disco?

Forse 1-2 massimo ma poi si arriva direttamente con tutto il disco!

Pagina Facebook

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi