Si è conclusa sabato 1° agosto nella cornice di Castel Gandolfo la quarta edizione del Festival dei Castelli Romani. La serata, segnata da una travolgente e applauditissima esibizione dei Bud Spencer Blues Explosion, ha chiuso in bellezza il tour di concerti iniziato a Velletri il 6 giugno e proseguito nelle città di Ariccia, Lanuvio e Nemi in questi ultimi due mesi.

La rassegna organizzata da Guaranà Eventi di Francesca Cedroni, e che da quest anno si avvale anche della puntuale direzione artistica di Sofia Bucci, è stata ideata per premiare i giovani talenti e gli inediti d’autore in lingua italiana. In tal ottica nelle sei serate della kermesse i veri protagonisti sono stati i partecipanti del contest, la cui finale si è disputata proprio sul palco di Castel Gandolfo in apertura di concerto dei Bud Spencer Blues Explosion.

A convincere la giuria presieduta dal patron del MEI (Meeting delle Etichette Indipendenti) Giordano Sangiorgi e composta da Egidio Amendola di Midria, Andrea Fatale di Ukizero, Marco Cappa della 29records, Francesco Galassi di Exitwell, Pina Cavaliere di Rock Events ed Emanuele Bevilacqua di doc servizi, sono stati i torinesi Dagomago, una formazione che grazie al suo rock dalle tinte electro-indie ha prevalso sui VZ69 (secondi classificati), i Purple Noise (terzi classificati), i Near e Martina Daniele.

I vincitori si sono aggiudicati quindi i 1000 euro in palio, la realizzione di un videoclip, sei mesi di promozione di un singolo e un videoclip con l’ufficio stampa musicale Libellula Press, e anche i premi messi in palio dai mediapartner. I Vz69 invece hanno conquistato una registrazione professionale presso Music Ranch.