Benché sia febbraio, esce domani il secondo ep dei March Division, quartetto lombardo chiaramente influenzato dalle tendenze nuove e meno nuove del rock/electro/pop di stampo inglese. Da Madchester a MadLecco, abbiamo celiato, visto che i quattro abitano e lavorano tra Milano e quel ramo del lago di Como eccetera.

L’ep si chiama “Post Meridian Soul” e fa seguito a “Radio Daydream” dell’anno scorso e al primo album della band, uscito a gennaio 2012. Ma questo è, a tutti gli effetti, un nuovo inizio, lontano dagli esorti alternative rock-pop.

L’ep in uscita domani è quasi un lp: sei tracce portatrici di una personalità piuttosto spiccata, scritte e prodotte da Andy Vitali ma su cui tutti i membri della band, ognuno con spiccate propensioni alla produzione e all’arrangiamento, nonché alla strumentazione elettronica.