Dal 26 al 28 settembre Faenza ospiterà la nuova edizione del Meeting delle Etichette Indipendenti, ovvero tre giorni dedicati alla musica indipendente italiana.

Il MEI, la più importante manifestazione rivolta alla scena musicale indipendente italiana, è dedicato quest’anno a Roberto Freak Antoni, a cui sarà intitolata un’apposita area con live, presentazioni di libri e mostre, curata dall’associazione We Love Freak di Oderso Rubini.

Faenza si trasformerà per tre giorni in una vera e propria città della musica con live, workshop didattici, convegni e premiazione delle migliori realtà indie italiane, richiamando più di 30mila visitatori, 400 artisti e 200 espositori. Le adesioni alla kermesse sono aperte fino al 21 settembre.

Per il suo ventennale, il MEI avrà come temi centrali quello della musica live, a cui sarà dedicata la giornata del 27 settembre, e quello dell’innovazione e delle startup legate all’ambito musicale, a cui sarà dedicato il 28 settembre.

Il 27 settembre, inoltre, si riunirà a Faenza l’intergruppo parlamentare sulla musica, presentato dalla senatrice Elena Ferrara e composto da oltre 30 parlamentari di ogni orientamento politico.

Tra gli artisti che si esibiranno durante la Notte Bianca del 27 settembre, dove oltre 30 spazi della città saranno inondati dalla musica,ci saranno i Tre Allegri Ragazzi Morti, che insieme alla Abbey Town Jazz Orchestra daranno vita allo spettacolo “Quando eravamo in swing”, Rezophonic, Zibba, Francesco Baccini e la cantautrice calabrese Ylenia Lucisano, che presenterà alcuni brani del suo disco d’esordio “Piccolo Universo”.

Nella stessa giornata saranno inoltre premiate diverse realtà live e saranno consegnati i premi PIMI, PIVI e la Targa Giovani con Eugenio Finardi come testimonial.

L’innovazione sarà invece il tema centrale del 28 settembre, con dibattiti, convegni e la consegna della Targa MEI MusicLetter, il primo premio nazionale destinato al giornalismo musicale indipendente online.

Nella giornata di chiusura della manifestazione, inoltre, il MEI premierà coloro che si sono distinti per il loro impegno contro le mafie, come Luca Macciacchini, Alfonso Depietro ed altri, con Cultura contro le Mafie, ospitando, tra gli altri, anche Cristiano Godano e GianCarlo Onorato.

La kermesse si chiuderà con la festa dei 10 anni di Maninalto!, dando spazio ad artisti della scena ska, hip hop e folk, come il cantautore piacentino Daniele Ronda, che presenterà brani tratti dai suoi dischi “Daparte in folk”, “La sirena del Po” e “La Rivoluzione”.

Venerdì 26 settembre si svolgerà invece l’anteprima della manifestazione con la finale del MEI Superstage (iscrizioni aperte fino al 30 luglio), concorso rivolto agli artisti emergenti che negli anni scorsi ha lanciato, tra gli altri, Junkfood, The Talking Bugs e Pagliaccio, con ospiti I Corvi, la prima indie band della storia italiana.