Francis Harbour, chitarrista e fondatore della southern thrash metal band pugliese Cancrena, ha deciso di tentare una strada solitaria e differente, affondando le mani nel folk. Il suo nuovo disco si chiama Reborn in Power e noi gli abbiamo rivolto qualche domanda.

Quando e perché hai deciso di tentare l’avventura da solista?

Da molto tempo avevo “in cantina” un po’ di canzoni acustiche, ballad e melodie. Durante l’estate 2018, con lo pseudonimo Francis Harbour ho deciso di comporre e incidere degli ep da solista componendo e registrando voci e chitarre.

Il primo, Invisible Storm, è uscito nell’ estate 2018; l’ultimo, Reborn in Power è uscito in estate 2019 via Ghost Label Records. E’ stato un mettermi alla prova, ho sempre scritto musica, testi e metriche vocali per i Cancrena, ma volevo avere un progetto completamente mio, provando a cantare per la prima volta.

Il tuo debutto da solista è piuttosto lontano dal thrash metal. Puoi spiegare le ragioni di questo cambio nel suono?

Da sempre ascolto musica dal rock al glam, al power fino alle sonorità piu estreme. Ma in fin dei conti siamo italiani (per fortuna) e comunque secondo me siamo legati a un linguaggio melodico. Ho sempre amato le ballad strappamutande, le voci melodiche e i ritornelli che ti si piantano in testa. E poi sono un vero ’90 e quindi l’acidità melodica e l’attitudine musicale del grunge ce l’ho nel midollo.

Come sono andare le lavorazioni di “Reborn in Power”?

Il mio modo di comporre è rimasto invariato sin dalla fine dei ’90. Scrivo la musica, poi metriche vocali, e alla fine i testi. Anche per Reborn in Power, come per il precedente disco, ho chiesto la collaborazione di Alex Terlizzi al pianoforte/tastiere. La sua saggezza musicale e le sua tecnica danno alle canzoni il giusto sound.

Il disco si lega molto al concetto di rinascita. Questo disco ha aiutato la tua?

Certamente sì, questo progetto solista è nato anche da una sorta di urgenza artistica e compositiva. Dopo un periodo di eccessi, situazione estreme e vari disagi ho cominciato a guardarmi dentro e ho capito che la mente mi stava fottendo alla grande. E ho cercato di iniziare a non identificarmi piu con i pensieri. Molte di queste canzoni parlano di questo.

Quali saranno i prossimi passi della tua carriera?

In questi giorni con i Cancrena sono tornato in studio, stiamo registrando un nuovo fiammante ep che porteremo in giro quanto prima.

Pagina Facebook