Teo, “Io non sono io”: la recensione

In uscita su tutte le piattaforme digitali l’album Io non sono io, esordio solista, dopo le esperienze con le band Hidea e Il pianto di Azzurra, del cantautore parmense Matteo Papini, in arte Teo. L’album, distribuito dall’etichetta discografica La Stanza Nascosta Records, è stato preceduto dal singolo Emily.

"Ho provato a raccontarmi e a raccontare cosa stavo diventando, come lo diventavo e con chi lo facevo -spiega Teo - E’ nato così “Io non sono io”, nel quale ho riversato tutte le sfumature di una storia di gioia e dolore estremo, vicini come la terra, lontani come una galassia inesplorata; per troppo tempo seppelliti in uno scrigno".

"Le parole hanno indicato la rotta alle sonorità diverse di di Alessandro Bonati, Mattia Rubizzi, Bruno Ilariuzzi; le emozioni si sono perfezionate in un racconto definito, in una linea spazio-temporale densa di umori e colori".

Teo traccia per traccia

Come neve al sole apre il disco con una certa aura drammatica, classica sulle prime, con il pianoforte, poi più agile ed elettronica, in cerca di libertà, forse anche da sintomi di depressione.

Ecco poi Emily, singolo con sintomi synth pop ma anche con ritmi moderati, e con alcune evoluzioni vocali che dimostrano un'ottima versatilità.

La danza delle differenze opta per sonorità cupe e quasi new wave, riportando in alto il livello di pathos e aggiungendo anche qualche tocco teatrale.

Schermaglie electro anche nell'apertura di Lunare, che prosegue con una struttura synth pop capace però di introdurre anche piccoli cambiamenti in corsa.

Un po' più sorprendente e insinuante Maryanne, in cui dominano chitarra e un drumming che per una volta suona analogico e anche corposo.

Si torna alla tranquillità con Non preoccuparti, ballad con un moto ondoso regolare, costellata da elettronica dolce e anche da qualche piccola speranza di consolazione.

Crisi di identità a parte, Io non sono io afferma con una certa decisione il talento di Matteo Papini alias Teo, capace di mescolare con gusto le sensibilità cantautorali con suoni mutevoli e mai fermi.

Genere: cantautore, pop

Se ti piace Teo assaggia anche: Edy

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi