Fantastic Negrito, Emma Nolde, Miglio @ Balena Festival (Genova): il report

Siamo agli sgoccioli del Balena Festival: l’ottava serata è la penultima in musica, con protagonista la star internazionale del blues contemporaneo Fantastic Negrito, insieme a Emma Nolde e Miglio sul palco principale e Rodolfo Bignardi e i Dejawood sul second stage. La serata genovese ha ancora temperature da collasso, ma si continua a tener duro perché lo spettacolo ripaga ogni ascella pezzata incontrata e l’headliner non è esattamente nel target di TRAKS, ma un evento del genere meritava qualche riga sulla nostra rivista.

Si comincia con il genovese Rodolfo Bignardi, conosciuto al pubblico genovese per le sue tante performance live in giro per il centro storico: chitarrista e cantante coinvolgente, sul palco sale insieme a un gruppo di musicisti con cui scherza e gioca come si fa con un gruppo di amici. Miglio è la prima a calcare il palco principale: di stanza a Bologna ma bresciana di origine, senza troppi fronzoli arriva dritta al punto con il suo repertorio a cavallo tra il cantautorato visivo con incursioni elettroniche e l’alternativa. Contrariamente al suo look, total black, la sua voce ha una serie di sfumature che catturano l’attenzione, valorizzata dal sound dei pezzi di cui è autrice.

Il cambio palco avviene piuttosto velocemente e lascia spazio a Emma Nolde, eroina della serata per quanto riguarda la musica indipendente nostrana. Già l’anno scorso era stata avvistata su questi palchi, in versione solitaria con la chitarra al seguito; questa volta la accompagna un’intera band, e il suo approccio sembra diventare ogni giorno più maturo e coinvolgente. I brani estratti da Toccaterra, il suo album del 2020, sono interpretati con passione e carica da vendere, così come gli ultimi singoli pubblicati: Emma si sposta dalla chitarra al pianoforte, fa scendere lacrime e muovere il culo, coinvolgendo il pubblico e facendolo cantare insieme a lei.

Ci sono poi i Dejawood sul second stage a dare un altro po’ di carica al pubblico: super rock come attitudine e sound, la band snocciola uno dietro l’altro pezzi come cannonate che fanno quasi dispiacere una volta arrivati al termine. Il gran finale è tutto black: Fantastic Negrito ha l’allure della star internazionale, l’ironia di un vecchio amico e l’estensione vocale che non sembra poter invecchiare.

Look stravagante, il vincitore di tre Grammy Award per i suoi tre album The Last Days of Oakland, Please Don’t Be Dead e Have You Lost Your Mind Yet come miglior album blues contemporaneo rispettivamente nel 2016, nel 2019 e nel 2021. Una lezione di rock blues, di R&B e anche un po’ di vita, dedicata a un pubblico non numerosissimo ma sicuramente attento: in platea c’è buona parte della scena musicale genovese. White Jesus Black Problems è il titolo del suo ultimo album, dedicato alla storia d’amore dei suoi antenati e alla riscoperta di chi siamo e da dove veniamo per capire dove stiamo andando. Magistrale.

Pagina Instagram Balena Festival