Foodstock 2018: Capovilla e gli altri protagonisti

Pierpaolo Capovilla de Il Teatro degli Orrori, Marco Messina e Sacha Ricci dei 99 Posse e la giovane Maëlys sabato 1° settembre animeranno la Cosmic Edition di Foodstock 2018.

Giunto alla quinta edizione, quest’anno Foodstock si terrà il 1° settembre in una veste super stellare: un'edizione straordinaria che ci invita a vedere il nostro pianeta per quello che è, un puntino prezioso nel cosmo.

Foodstock è organizzato dalla Label Crossmediale XXXV, dal gruppo di ricercatori di RURAL HACK e dalla Residenza Rurale l’Incartata, nella bellissima comunità di Calvanico, nel cuore del Parco di Monti Picentini a pochi passi da Salerno.

Un Rave Party Rurale, dove alla musica electro-digitale sarà affiancata una delle migliori droghe del cosmo: la Pasta al Pomodoro. In un'ambientazione da FLUO Party, la giornata comincerà alle 16 con ospiti del calibro di:

 Pierpaolo Capovilla, cantautore, bassista e attore italiano, fondatore degli “One Dimensional Man” e de “Il Teatro degli Orrori”. Ha svolto anche attività solista e collaborato con numerosi altri gruppi e progetti.

Per Aspera Ad Astra, un viaggio multimediale con immagini inedite del cosmo di Giovanni Paglioli e con Marco Messina e Sacha Ricci, due storiche e importantissime colonne dei 99 Posse.

Maëlys, una delle punte di diamante della scena dream-pop-elettro italiana e definita “la Bjork italiana”.

Plastic Penguin, progetto elettronico di Luigi Ferrara coordinatore del collettivo Campania Elektronenklang e che presenterà un live set di kraut e komische music.

Mihretu Ghide & Panacea, con Mihretu che è un autore, cantante e suonatore di krar originario della Eritrea sud-occidentale, rifugiatosi in Italia poco meno di dieci anni fa per sottrarsi alla dittatura nel suo Paese. La sua svolta arriva a Salerno, dove inizia gli studi, l’attività di mediatore culturale e quella di cantautore, in un incrociarsi di strade con i musicisti locali di estrazione world come Michele Longo e Casimiro Erario.

EMIAN PaganFolk, una sintesi tra folk nordeuropeo e mediterraneo, un ammaliante canto che rapisce lo spettatore, accompagnandolo su cime innevate, in boschi incantati e lungo fiordi scandinavi, per ritrovare, infine, nell'io più profondo, un sentore arcaico e selvaggio che l'uomo ormai ha perso da tempo.

Kole Laca, tastierista de Il Teatro degli Orrori e dei 2Pigeons, ha suonato con tantissimi musicisti italiani e internazionali come Roy Paci, Jino Touche, Miro’; infine SisterViolet from Bass Pirates Label Set feat. Natural Dub Killa e Roberto Legato Rob Perotti.

Evento Facebook

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi