Imuri: tutto con spirito di gioco

Chat Hotel è il nuovo disco de Imuri, band abruzzese composta da Lorenzo Castagna (guitar-vox-synth), Antonio Atella (bass-vox), Valerio Pompei (drums-percussion) e Marco Fontana (synth-guitar-vox). Abbiamo rivolto loro qualche domanda.

La vostra band nasce nel 2014 ma ci sono stati scossoni e cambiamenti. Come siete arrivati all’ultima formazione?

Sì la band è nata nel 2014, quando si facevano i primi tentativi di creazione attraverso jam ma tutto con spirito di gioco. Come in tutte le cose c’è bisogno di investire al 100% e solo con queste persone si raggiungono gli obiettivi.

Come nasce “Brenda”?

Brenda come in tutte le canzoni de IMURI nasce dall’esigenza di voler raccontare la propria storia e di auto- rassicurarsi quando troppo spesso non c’è nessuno a farlo.

Avete collaborato con il Management Del Dolore Post Operatorio per l’ultimo disco: come nasce e com’è andata la vostra cooperazione?

Siamo stati chiamati dai Madedopo per iniziare questo nuovo percorso e incidere un disco insieme. È stato davvero emozionante, ci siamo divertiti molto, e abbiamo avuto l’occasione di portare in giro anche la nostra attitudine, il nostro sound, ma sopratutto abbiamo conosciuto nuove persone di cui ci siamo innamorati e con cui abbiamo condiviso momenti stupendi.

Come sta andando il tour e dove possiamo vedervi prossimamente?

Il tour a dire la verità sta per iniziare e crediamo che ci sarà sicuramente da divertirsi. Abbiamo fatto al momento la prima data a Rimini e Lorenzo Valerio e Marco sono finiti alle 6:30 del mattino su un furgone pick-up in giro all’aria gelida sulla riviera 🙂 evitiamo di dare ulteriori spiegazioni 🙂

Pagina Facebook