Guarda come se la balla con stile Caleido sulla cover della nuova #incontrixsingoli: è già tempo di passare in rassegna le canzoni che ti faranno innamorare durante la prossima conferenza su Zoom, salvo poi scoprire che era tutto un fuoco di paglia.

Caleido, “Sto benissimo”

Sto benissimo, anche se tutto sommato dalla canzone non sembra: Caleido prova a farsene una ragione, si lascia tutto alle spalle, si vuole arrendere alla felicità. La storia raccontata nel nuovo singolo è quella di un nuovo amore. Che non durerà, ma non diciamoglielo ancora.

A proposito del brano l’artista commenta: “Avete presente quando state conoscendo una persona e vi rendete conto che non ne potrete più fare a meno? Il brano è nato in un momento nel quale avevo la necessità di mettere prima su carta e poi in musica quella sensazione di pienezza che ti può dare soltanto un incontro del destino in un momento speciale della vita di ognuno di noi. Spesso i cambiamenti possono fare paura, portare pensieri, far nascere dubbi, ma appena si riesce ad andare oltre alla nebbia di parole densa nella propria testa, non si può far altro che accorgersi della bellezza dello stare bene.”

Memento feat. Rodrigo D’Erasmo, “Non lo sai”

Con il prestigioso featuring del Maestro D’Erasmo, Memento si mette lì e appoggia il cuoricino sanguinante sul testo di una canzone dolcissima e tristissima, Non lo sai.

“Ancora non lo sapevo: stare con me, era un po’ che non lo facevo, ho scoperto un po’ di cose parlando con Andrea. Il viaggio è iniziato e c’è ancora un sacco di spazio. Onorato dalla presenza nel brano del maestro Rodrigo D’Erasmo, che ha guidato le mie parole coi suoi archi.”

Boccaleone, “Come la luna”

Una canzone per uscire dalla friendzone, come se davvero si potesse: i Boccaleone pubblicano Come la luna, il nuovo singolo. Il duo (“perché in due si esce meglio in foto”) prende il nome dal quartiere di Bergamo nella parte orientale della città lombarda. Come l’abbiamo dedotta la cosa della friendzone? Semplice, lo dicono loro: “Come la luna è il grido di chi, per una sera, riesce ad abbattere il muro della friendzone”. Ma ovviamente è un’illusione.

Il Conte Biagio, “Sigaretta”

“Ti cerco in tutte le storie/in tutte le cose”: Il Conte Biagio si riscopre romanticone con la nuova canzone, Sigaretta. Il quale dichiara: “Ho scritto questo brano quando sono arrivato a Milano, dopo che una ragazza mi aveva detto che la vita è una merda”. Ottimismo a profusione, insomma.

All’anagrafe Biagio Conte, è un cantautore classe ‘89 originario di Palomonte. Grazie a un campagna promossa da Musicraiser si è esibito nelle piazze delle più grandi città d’Italia, come musicista di strada da Milano a Catania, 10 città in 10 giorni in un lungo viaggio documentato chiamato “Super Social Tour“. Occhiali a specchio, il videoclip in cui spacca telefoni ai passanti a Roma è finito sul noto tabloid britannico Daily Mirror che ha voluto caricare un estratto del video sul proprio sito e intervistare il Conte.

Uruguai, “Monet”

“Dipingerò Monet/se stai vicino a me”: istinti pittorici quelli che guidano Uruguai nel suo ultimo singolo. In uscita per Futura dischi, il pezzo del cantautore scivola via piuttosto placido, anche se qui e là ci sono schizzi sonori che lo avvicinano al rock.

Fusaro, “Dormi serena”

Molto tranquilla e notturna l’atmosfera in cui si muove la nuova canzone di Fusaro, Dormi serena. Voce, chitarra acustica quasi a loop e qualche indizio percussivo ed elettronico, per un’ambientazione piuttosto semplice e quieta, ma con qualcosa che si muove sotto.

Classe 1997, Fabrizio Fusaro è un cantautore torinese timido ma che poi riesce a parlare forte. I brani sono prodotti da Ale Bavo (da sempre produttore dei Subsonica e che lavora anche con Levante, Bianco e tanti altri) che sin dal primo momento ha creduto nella sua musica.

TACØMA, “Sotto la pioggia”

Prima o poi la indico, una petizione online per vietare l’uso nei nomi degli artisti italiani di lettere che non appaiono sulla tastiera italiana. Ma per ora ecco TACØMA, con la sua nuova Sotto la pioggia.

Sotto La Pioggia è il mio singolo dal mood estivo da ballare in inverno. Per la prima volta mi sono affacciato su atmosfere decisamente black, sia per il groove sia per la chitarra funky/blues. Rispetto al passato ho inserito molti arrangiamenti veri, come una band in studio. Sto ricercando un sound moderno, proiettato nel futuro, ma senza dimenticare la vera essenza della musica: quella suonata, che ti fa vibrare forte dentro e ti fa venir voglia di cantare e ballare”.

Bleu Smith, “Tuffo nel vuoto”

Tuffo nel vuoto è il nuovo brano di Bleu Smith, con Farryno, in ambito rap/trap ma con molte sensazioni sonore che arrivano da r&b e soul.

“Era da tempo che con Farryno parlavamo di dover far musica insieme finché in un tardo pomeriggio d’agosto ci ritrovammo in studio da Frenkie G e fu quasi d’obbligo cogliere l’occasione per parlare e scrivere di un tema che ci accomunava in quel determinato momento. Frenkie suonò di getto i primi accordi sul piano e dopo aver scritto tutti insieme il ritornello capimmo subito che sarebbe stato il brano ideale da far uscire insieme nel mio progetto dove ognuno di noi poteva dare la propria influenza al pezzo. Dopo quella sola sessione il pezzo era già plasmato e tutti e 3 uscimmo dallo studio carichissimi e sicuri di ciò che avevamo fatto. Tuffo nel vuoto è libertà di espressione, è voglia di creare, di osare e di unire mondi apparentemente diversi e distinti tra loro.”

Braschi, “Il cane e la mia ragazza”

Si muove quasi nel vuoto il pianoforte nelle prime battute de Il cane e la mia ragazza, nuovo singolo di Braschi, con un pizzico di sensazioni alla Lucio Dalla sullo sfondo. Chi deve proteggere cane e ragazza, e soprattutto da cosa, non è chiarissimo.

È una canzone a cui tengo molto, che parla di una persona che cammina su un filo – racconta Braschi – in bilico tra lo stare in equilibrio e il cadere giù. Penso che nella vita attraversare le proprie tenebre e il proprio buio sia fondamentale e non bisogna vergognarsi di avere momenti bui, ma esternarli e accettare che nella vita non ci può essere solo la felicità”.

Weet, “Specchi”

Con la collaborazione di Tamì, Specchi è il nuovo singolo di Weet, per Luppolo Dischi. La canzone è già entrata in Scuola Indie e nel New Music Friday. Weet e Tamì sono due italiani di Roma, accomunati dall’essersi entrambi trasferiti all’estero. La canzone è stata scritta e registrata a distanza Londra-Liverpool.