Magli: una continua sorpresa

Il 2021 è un nuovo anno anche per Federico Magli che con il suo nuovo singolo Dentro Me ci regala nuove melodie e nuovi temi. Un nuovo singolo, il terzo, sempre in collaborazione con lo studio Media Wave di Mirko Mangano che ha sede a Massa Carrara e che è la “casa” di molti nuovi artisti che negli ultimi anni sono stati a Sanremo.

L’ansia è al centro del suo racconto. Un racconto multisfaccettato e dai molteplici significati, lo abbiamo incontrato e gli abbiamo chiesto di parlarcene un po’.

La canzone dentro me suona in maniera diversa, ti va di raccontarci qualcosa di questa canzone?

Devo ammettere che questo brano è stato una continua sorpresa per me durante la composizione, e forse piano piano mi sto avvicinando a quelle sonorità che ho in mente. Voglio però continuare a migliorami, andando avanti con le lezioni di canto e imparando a suonare nuovi strumenti come le tastiere.

Trattando di un tema che ti tocca da vicino, hai in qualche modo paura oppure hai avuto paura che potesse essere accolto non totalmente in maniera positiva?

Durante la scrittura ho avuto dei momenti di blocco e titubanza. Da quando ho iniziato questo progetto solista è stata la prima volta in cui mi è capitato. Forse proprio il fatto di scavarmi così a fondo per la prima volta in vita mia, mi ha dato allo stesso tempo consapevolezza, ma anche paura di sentirmi esposto.

Cosa pensi dell’ansia e di tutte quelle situazioni di cui sembra ancora un tabù poterne parlare? Credi che sia importante esternare questi disagi così da poterli superare?

Penso dipenda molto dalla nostra personalità. Solitamente io ascolto molto i problemi di chi ho vicino ma raramente riesco a esternare le mie sensazioni. La musica, e soprattutto questo singolo sono stati fondamentali per me, perché attraverso la musica riesco a tirare fuori ciò che provo. Penso comunque che in generale tenersi tutto dentro e mascherare ciò che si prova per paura di disturbare, possa sembrare un sollievo all’inizio, ma con il passare del tempo ci allontana inesorabilmente da chi può veramente aiutarci.

Tornando alla canzone, quali altri temi ci sono all’interno?

Oltre l’ansia, nel brano tratto la questione della diversità e del non accettarsi. Quando scrivo cerco però di lasciare libera interpretazione a chi ascolta che spero si lasci trasportare dalle sue emozioni dando un suo significato.

Quando dici “prendimi le mani tienimi la testa” a chi ti stai rivolgendo?

Mi riferisco a quell’ ansia che ci portiamo dentro da tanto tempo che dopo anni di “convivenza “ è diventata come una conoscente alla quale chiedere conforto nei momenti più difficili

Per il futuro è per i nuovi lavori, c’è qualcosa che ci puoi dire nell’attesa?

Inizieremo a breve a lavorare su un nuovo brano. Penso che Dentro me mi abbia fatto capire quale sia la direzione giusta per me, quindi cercherò di lavorare in questa direzione.

Pagina Facebook Magli

Pagina Instagram Magli