Vea: partito il crowdfunding per il nuovo disco

Pubblicare un album senza la certezza di presentarlo dal vivo è un azzardo, forse un errore, sicuramente una possibilità: la possibilità di plasmare un futuro in cui dare nuovamente valore alla musica. La pandemia ha dato il colpo di grazia a un settore già in crisi, già messo in ombra dallo streaming, in cui non tutti i suoi componenti sono pane per TikTok. Ci sono canzoni che vanno ascoltate dal vivo, ci sono artisti che vanno scoperti nel locale sotto casa o all’apertura di quell* famos*. Questo è sicuramente il caso di Vea che infatti decide di dare alla luce un crowdfunding in cui li live è il protagonista indiscusso.

Esplosa, ultimo singolo uscito in occasione della giornata per l’eliminazione della violenza sulle donne. “Ho già affrontato un crowdfunding nel 2017 e mi ha dato grandissime soddisfazioni: ho voglia di ripetere l’esperimento proprio adesso, in un momento come questo, dove siamo tutti davanti alle nostre fragilità e sentiamo l’esigenza di far crescere un leale senso di comunità. Ho deciso di puntare sulla musica dal vivo, lanciando subito una collaborazione con il SANRITO FESTIVAL (https://www.facebook.com/sanritofestival): con uno dei pacchetti, oltre al disco, riceverete un abbonamento alle due serate streaming dell’anti-Sanremo“.

Ai soliti gadget, Vea preferisce inserire tra le ricompense le opere e le prestazioni di altri artisti: con ogni tipo di pacchetto, si riceve la cartolina Le quattro mura di turno di Alessandro Bioletti (https://www.instagram.com/alessandrobioletti), illustratore torinese ormai adottato da Tokyo. Oppure una consulenza vocale di Giesse vocal training al secolo Giulia Sanna, vocal-coach, cantante e attrice, ideatrice del podcast #VOCEALLEVOCI (https://www.instagram.com/giessevocaltraining/). E infine, chi ha la possibilità di spendere un po’ di più (o di fare una mega colletta), può gustarsi e condividere un concerto insieme ad altri tre artisti, intitolato CANTAUTORI A PEZZI: il repertorio di Vea andrà a mescolarsi a quello di Protto, Ella e Anna Castiglia, per uno spettacolo variegato, poetico e ironico, in cui tutti suonano i pezzi di tutti.

Pagina Facebook Vea

Pagina Instagram Vea