Am Bros One: streaming, intervista e recensione


Gli Am Bros One hanno pubblicato Kitarmonika: due fratelli avellinesi che hanno americanizzato il proprio cognome e hanno scoperto di poter far fuzionare molto bene insieme due strumenti come la chitarra e la fisarmonica. Li abbiamo intervistati.

Solitamente chiederei come si forma la band, ma essendo fratelli diciamo che a voi è probabilmente venuto naturale. Ma come avete scoperto che funzionavate bene suonando insieme?

È nato tutto come una scommessa, ognuno aveva i suoi progetti e un giorno nelle vacanze di Natale di due anni fa abbiamo pensato di suonare insieme; da questo sono nati vari video su YouTube, di cover di brani famosi come Libertango e standard jazz come Autumn leaves.

Avete scritto che il gioco è la tematica principale di questo disco. Quindi per voi suonare è ancora del tutto passione, e solo relativamente professione?

La passione per la musica è quella che ci ha uniti e ha fatto nascere il nostro disco; è sempre costante nella nostra vita, fonte di ispirazione, anche perché senza non sarebbe più così piacevole suonare.

Benché l’approccio in molti brani sia tra il classico e il jazz, si avverte qualche sapore “rock” nelle vostre composizioni. Frutto delle vostre esperienze precedenti o anche di ascolti più recenti?

Nel passato di Manuel è stato molto presente il rock, nell'adolescenza si è ispirato ai migliori chitarristi, Jimi Hendrix su tutti, e ai gruppi che hanno fatto la storia, principalmente Radiohead e Pink Floyd; in ogni caso ci lasciamo ispirare da ogni tipo di musica che ascoltiamo, reinterpretandola sempre a modo nostro.

Come nasce Micropia? Potete raccontare qualcosa del video?

Micropia è un museo di Amsterdam che parla appunto degli organismi microscopici, alla base dell'albero evolutivo della storia della vita sulla terra; il video nasce dalla collaborazione con nostra cugina Daniela Ambrosone e rispecchia tutti i temi dell'album, partendo dal gioco, dalla natura, fino all'interazione tra chitarra e fisarmonica, vero topos di tutti i brani.

Benché siate molto giovani c’è molto di classico nel vostro modo di suonare. Quali sono i vostri punti di riferimento musicali?

Sicuramente le colonne portanti dei nostri strumenti, a partire da Django Reinhardt, Kenny Burrell, Wes Montgomery per la chitarra, Richard Galliano per la fisarmonica, fino ai più moderni e innovatori come Pat Metheny, Jim Hall per la chitarra, Antonello Salis e il nostro amico e maestro Carmine Ioanna per la fisarmonica.

Am Bros One traccia per traccia

am bros oneSi parte dalla title track Kitarmonika, brano piuttosto veemente e appassionato, in cui l'interazione tra fisarmonica e chitarra regala qualcosa di gitano alla canzone.

Molto più minacciosa l'atmosfera di Event Horizon, che oppone un fraseggiare quasi timido della chitarra a movimenti inquieti sullo sfondo, con la fisa che fa da raccordo.

Si sfocia apertamente nel rock con Global warning, con la chitarra che dardeggia come in un pezzo metal e la fisarmonica che non è da meno.

Ecco poi la già citata Micropia, pezzo dalle molte facce e con molta voglia di giocare e di accelerare.

Rungu Rungu si appunta soprattutto sul lavoro della chitarra, che offre un compendio delle proprie abilità. Inquieti i movimenti iniziali di Cenere dal cielo, che arriva poco per volta e si fa sempre più consistente.

Molto dolce l'introduzione di Tramonti di luna, resa anche più notturna dal suono del sax.

Follow your dreams sembra rientrare nei ranghi, ma poi lascia grande spazio ai due strumenti per percorrere strade un po' flamenco e un po' gypsy. Si chiude con Circus parade, che elargisce sensazioni piuttosto blues.

Un disco curioso e ben fatto, quello degli Am Bros One, che condensano generi diversi e sensazioni di origine differente in un lavoro che ha il pregio dell'omogeneità sonora e della coerenza di fondo, pur riservando qualche piacevole sorpresa qui e là.

Genere: jazz, post rock

Se ti piacciono gli Am Bros One assaggia anche: Maione

Pagina Facebook

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi