Archivi categoria : Recensione

Alba Caduca: “Uomo nuovo”, la recensione

Mettere in copertina un bambino con una pistola è già una scelta di campo: questo il soggetto della cover di Uomo nuovo, l'ultimo lavoro degli Alba Caduca. Il gruppo friulano svolta, dopo esordi più sperimentali, verso un rock più lineare ma non per questo rinunciatario. Alba Caduca traccia per traccia Si parte da Vivo, già…
Per saperne di più

Open Zoe: “Pareti nude”, la recensione #TraKs

Esordio per gli Open Zoe, quartetto veneto in formazione "classica", che con Pareti nude rende esplicita la propria vocazione a un rock cantato in italiano  con solidi legami con new wave e indie rock internazionale. La band si compone di Dionisia Lo Cascio (voce), Lele Mancuso (chitarre e programmazioni), Ettore Craca (basso) ed Enrico Ceccato…
Per saperne di più

L’Io: “BonTon”, la recensione #TraKs

Flavio Ciotola, in arte L'Io, pubblica BonTon: già fondatore della band Nube di Oort e chitarrista dell’AltroParlante, nell'ottobre del 2014 decide di imbarcarsi in una carriera da solista. Nel disco, batterie a parte, tutti gli strumenti (chitarre, synth, bassi, tastiere, xylofono, voci, cori) sono stati registrati da Flavio. L’album è stato registrato a Pescia Romana…
Per saperne di più

Paolo Spaccamonti, “Rumors”: la recensione #TraKs

Si chiama Rumors il terzo lp firmato da Paolo Spaccamonti "in solitaria" (più o meno): il chitarrista torinese, protagonista anche di svariate condivisioni e collaborazioni nel recente passato, qui si rimette al centro della scena, con l'aiuto di qualche "featuring", come quelli di Julia Kent e Bruno Dorella. Il risultato è un disco complesso senza…
Per saperne di più

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi