Claudio Cirillo, “Puzzle”: recensione e streaming

Claudio Cirillo è un cantautore romano nato in una famiglia d’arte. Per anni ha girato in molti locali della Capitale con il suo spettacolo da One Man Band; come artista di strada si è esibito oltre confine per le strade della Germania, Olanda, Svezia, Inghilterra, Scozia, Repubblica Ceca, Spagna e Portogallo. Puzzle è il primo ep autoprodotto; con questo progetto discografico il cantautore vuole trattare un argomento molto delicato: quello delle diversità sotto ogni forma.

Claudio Cirillo traccia per traccia

Dopo l’intro, la musica si fa elettrica ne La fregatura, il cui focus è dedicato all’amore. Anche se la storia d’amore con la sua amata è giunta al termine, il cantautore custodirà sempre con cura il ricordo di quel sentimento che mai avrà fine.

Il ritmo diventa musica da tip tap nella terza traccia, Bellezza d’oriente. Un elogio alla persona che gli fa battere il cuore; Claudio la definisce come una bellezza d’oriente perché la vede come un sogno vivente.

Un suono di chitarra introduce la canzone Vero così, una descrizione dell’amore che invade il cuore di un innamorato che non crede sia vera la felicita che prova in quel momento. Il cantautore descrive i momenti in cui anche il mondo sembra più bello quando si è innamorati.

La title track del disco, Il puzzle, racconta della metafora di un cuore scomposto in tanti pezzi come un puzzle e affidato alla persona amata, l’unica che ha l’immagine da seguire per unire i pezzi e farlo tornare a battere innamorato.

Il viaggio nella musica di Claudio Cirillo si conclude con la canzone Se mi vuoi conoscere. In questa traccia il cantautore lancia un messaggio, di lasciare perdere le maschere per poter creare un rapporto vero con le persone, così che ognuno possa essere accettato con i propri pregi e difetti.

Genere: cantautore

Pagina Facebook