Eleviole?: la nostalgia, lo stupore e la poesia del quotidiano

Alle spalle, un esordio molto significativo come quello con l'album Dove non si tocca, un singolo appena arrivato (Dieci gocce) e la prossima partecipazione al format Attico Monina a Sanremo durante il Festival. Eleonora Tosca, in arte Eleviole?, ha risposto a qualche domanda.

Ti abbiamo lasciata qualche mese fa con il singolo “Tanti auguri”: cos’è successo da lì in poi?

Dall'uscita di Tanti Auguri ho fatto un discreto numero di live, tra cui l'apertura per Antonella Ruggiero all'anteprima del Capua Festival presentando un inedito dal titolo Le Civette, poi mi sono dedicata alla scrittura di nuovi brani, a cui sto lavorando in previsione del secondo album che sicuramente sarà mooooolto diverso dal primo.

“Dieci gocce” è il tuo singolo in uscita prossimamente. Ci vuoi raccontare come nasce?

Dieci gocce è il mio brano preferito del disco. È in parte autobiografico ed è nato proprio andando in bici per le strade di Milano. Ho sempre utilizzato il movimento fisico come un modo per staccare il cervello e lasciar fluire la creatività. Questo brano ha tutto quello che per me è Eleviole?, la nostalgia, la bici, lo stupore e la poesia del quotidiano. È stato un regalo della vita, mi sono balenate in testa le immagini proprio mentre pedalavo.

Sarà la tua seconda volta ad Attico Monina a Sanremo. Come ti aspetti l’esperienza di quest’anno?

Sicuramente saranno un paio di giorni movimentati... Mi aspetto un turbine di cose, ancora più dell'anno scorso. Sono molto curiosa degli incontri che avverranno e delle energie che si verranno a creare. L'anno scorso ho conosciuto persone con cui tutt'ora collaboro.

Ci puoi anticipare le canzoni che porterai in evidenza durante l’evento e perché le hai scelte?

Sicuramente darò spazio a Dieci gocce, che è anche uno dei brani che preferisco suonare dal vivo, e poi vorrei presentare un inedito in anteprima assoluta, che stiamo mixando proprio in questi giorni e che sarà un assaggio del nuovo lavoro, si chiama Macchine Volanti, scritto e provinato in 24 ore... Cosa strana, io di solito sono lentissima... Ma lo amo davvero tanto e ho in mente un videoclip che ha a che fare proprio con l'aria... ma di più non posso svelare.

“Dove non si tocca” è uscito da qualche tempo. Che cosa ci si deve aspettare da Eleviole? dopo l’esperienza sanremese?

Vi stupirò con nuove sonorità. Stiamo esplorando altri mondi, più internazionali e un po’ più scuri. Sono molto felice di questa virata e la sento come un'evoluzione necessaria. Naturalmente la cifra stilistica resterà la stessa, ma viaggeremo ancora più lontano.

Pagina Facebook

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi