Fanoya: ci siamo presi il tempo necessario per sperimentare

Fette Biscottate è il nuovo singolo dei Fanoya, prodotto da Ventidieci e distribuito da Artist First. Si apre un nuovo capitolo nella storia del duo, in cui una scrittura più matura, a tratti disincantata e a tratti sognante, evoca un caleidoscopio di istantanee colorate e profumate. Li abbiamo intervistati.

Ci raccontate chi sono i Fanoya?

I Fanoya sono un duo indie-pop formato da Giacinto Brienza (voce) e Leone Tiso (synth). Ci conosciamo da quando abbiamo circa sei anni e abbiamo iniziato a scrivere le prime canzoni in inglese per poi prendere progetti artistici diversi. Solo nel 2016 con la scrittura di nuove canzoni in italiano abbiamo deciso che i tempi erano maturi per provarci seriamente.

Chi è invece Anna e come nasce Fette Biscottate?

Fette biscottate è un brano che abbiamo scritto di getto e racconta di una donna che vive sullo sfondo di una Milano fatta di lavoro e centri commerciali, dove non esiste fuga dalla prigione che lei stessa si è creata. In questa prigione lei si sente al sicuro, non desidera altro, perché forse non sa di potere desiderare altro, oltre a un lavoro stabile, spaccarsi la schiena dietro a una scrivania e allinearsi alle convenzioni di una società in cui “produrre” è l’unico, vero imperativo.

Ci raccontate qualcosa in merito al video?

Il video di Fette biscottate è diretto dal talento visionario di Enea Colombi e vede la protagonista seduta a una scrivania, impegnata a digitare tasti sul pc, telefonare, tritare documenti. Però al posto di trovarsi in ufficio la vediamo in luoghi aperti, in cui viene sovrastata non solo da raccoglitori, scartoffie, ventilatori e altri tipici arredi da ufficio, ma anche da cavalli, statue e pali della luce. Abbiamo cercato di creare una serie di sequenze innaturali cercando di provocare una sensazione alienante e claustrofobica.

Tre nomi che vi piacciono particolarmente della scena italiana di oggi?

Ultimamente stiamo apprezzando molto i dischi di Amalfitano, Bonetti e Bais hanno una cura della scrittura e della produzione molto notevole.

Fette Biscottate rappresenta un po’ una svolta. Quali saranno i passi successivi?

Sicuramente Fette biscottate rappresenta un punto di svolta sia nella scrittura che negli arrangiamenti, ci siamo presi tutto il tempo necessario per sperimentare e questo ci ha dato maggiore consapevolezza e libertà su tutto. Questa primavera uscirà il nostro secondo disco Le previsioni del Tempo e speriamo che la situazione possa migliorare perché abbiamo voglia di portarlo in giro.

Pagina Facebook