Festa della musica dell’Altogarda 2022: una triplice proposta

“Ci è mancata così tanto, che quest’anno esageriamo!” è questo lo slogan che l’associazione Sonà sta promuovendo in vista della Festa della Musica dell’Altogarda di martedì 21 giugno.

Un appuntamento che prima del 2019 la Sonà aveva onorato per 13 edizioni con il “Sonario, il Foro del Rock!” al Foro Boario ad Arco e per due anni è stata costretta a mancare. Quest’anno si ritorna in presenza con il pubblico. Per questo la Sonà esagera e organizza più postazioni nelle varie Feste della Musica in Altogarda.

A Riva, la proposta è Miralago Music Network: in collaborazione con il Comune di Riva del Garda e la rete di associazioni Busa Network, si allestirà un’area musica e ristoro in riva al lago presso l’ex Colonia Miralago. Ci sarà l’associazione Mercurio con la slackline, giocolerie e monocicli già dalle 19 mentre l’associazione SixEventsci toglierà la sete grazie a Plotegher Beer.

Sul palco allestito da Metrò Rec e Iiriti apriranno le danze alle 20 Anomina con le loro cover rock, dopo di loro alle 21 The Bonebreakers direttamente da Brescia con il loro rock, Alle B. Goode, Mattia “Cat er Pillar” Bertolassi, Antoine “Sexy Sax” Saldi e Giacomo “Jack” Ferrari prima dello stoner bad rock’n’roll degli FSM, profeti in patria perché ne fa parte Gian Luca Serra alla chitarra e Carlo Malfer alla voce, rispettivamente presidente e vicepresidente della Sonà, oltre che Alberto Bertamini al basso e Simon Steel Malfer alla batteria. In chiusura alle 23 il rock’n’roll dei The Killbilly’s, quartetto trentino.

Contemporaneamente, ad Arco, la Sonà organizza per il Comune di Arco all’interno della Festa della Musica la 14esima edizione del Sonario, il foro del Rock. In apertura alle 20 i Swinging Radio del chitarrista Michele “Ciombe” Loncrini, storico bluesman di Malcesine. Dopo di loro, sempre dalla cittadina gardesana, ci sarà posto per il rock dei Garde Sans dei Matteo Gazzi. Dopo di loro alle 22 i trentini Bullet Bra e la loro proposta alternative rock. In chiusura alle 23, direttamente dalla Miralago di Riva, The Bonebreakers che faranno il concerto anche per entrambi i pubblici.

Sempre contemporaneamente nella piazzetta davanti alla chiesa di S. Anna ad Arco, grazie al Comune di Arco e al progetto “Altogarda Unplugged” per la Fondazione Caritro alle 18.15 suoneranno le Sorianna con il loro indie pop, prima del blues di Lorenzo Romagnoli alle 19. Poi il “rocker onirico ledrense” Mauro Trentini e alle 20,30 Oscar e Maire con il pop acustico di Acoustic Nook Duo. In chiusura l’indie rap del bergamasco-trentino Il Grigio.