idontexist, “Crush Test”: recensione e streaming

Crush Test è il nuovo ep di idontexist, in uscita per Futura Dischi. Anticipato dai due singoli Berghain e Crashhh (inserita nella playlist Mezzanotte Chill Rap di Spotify), primi capitoli dell’avventura con la giovane label, Crush Test è il manifesto del rap estremo dalle forti pulsazioni elettroniche del rapper.

Angelo ‘idontexist’ Ferrante, classe ’95, nato ad Avellino, debutta a gennaio 2018 con il primo brano solista Cinema. A marzo dello stesso anno pubblica per su Red Bull Music Italia ‘800-797-634’ prodotta da GIMA.
Dopo una serie di singoli e collaborazioni a maggio 2019 pubblica il suo primo ep, Sempiternal.

idontexist traccia per traccia

Il primo brano è Testing, che si solleva da un’aria molto malinconica e un po’ fumosa, come se emergesse da una nuvola elettronica piuttosto scura.

I testi parlano di relazioni e di rapporti quotidiani, per lo più, scegliendo questo terreno come background, ma permettendosi qualche deviazione fantasiosa. Come in Berghain, singolo molto ritmato e vicino alla techno.

Voci femminili tra l’angelico e l’inquietante si alzano nelle prime battute di Polvere, che poi si allinea su un rap molto fitto e rabbuiato.

Si vira forte sull’autotune con Madame, che ha un battito molto profondo e un umore molto plumbeo. Più scoppiettante, anche se densissima e sempre molto pessimista, ecco poi Santandre.

Cantato quasi “libero” dall’autotune (quasi) con Crashhh, altro singolo e altro pezzo con l’umore sotto le scarpe, per un discorso di partenze e di attese impossibili.

Convincente il connubio trap/edm nelle mani di idontexist, che opta per un mix molto fitto di suoni e ricco di atmosfere oscure, come veicolo di trasmissione di testi molto cupi e depressi.

Genere: trap, edm

Se ti piace idontexist assaggia anche: UkuLele

Pagina Facebook