IO, ecco il video di “Diventano mare” #TRAKOFTHEDAY

È disponibile su YouTube il video Diventano mare, di Io, duo composto da Irene Ientile e Ornella Cerniglia. Il duo “pop da camera” presenta al pubblico un progetto tutto al femminile che vede protagonista l’attrice Donatella Finocchiaro.

Diventano Mare è un primo tassello della ricerca delle artiste palermitane sulla musica pop d’autore, un genere per loro ancora inedito, ma che tuttavia affonda le radici nell’esperienza ultradecennale come duo cameristico.

Irene mezzosoprano con studi in canto classico, e Ornella pianista, oggi presentano al pubblico un nuovo progetto trait d’union dell’eleganza della musica classica, musica colta per eccellenza, e musica leggera: due linguaggi apparentemente inconciliabili.

L’idea di “Diventano Mare” nasce in un pomeriggio in un momento particolare della vita di Irene, quello della nascita della figlia Maia, dall’aver visto al telegiornale la notizia dell’ennesimo naufragio di un gommone carico di migranti.

Il brano è un viaggio musicale nel dramma contemporaneo della migrazione visto attraverso gli occhi di una donna e madre. Una scelta coraggiosa che induce alla riflessione sulla realtà più dura dei nostri giorni mettendo a fuoco un universo di sentimenti femminili e materni comuni a donne così diverse e lontane.

“Stavo allattando Maia, mia figlia nata da pochi mesi. La tv era accesa e passavano le immagini di uomini e donne in mare, bambini con gli occhi devastati dall’orrore. Dicono che le madri quando nasce un figlio vedano il mondo attraverso un filtro che mette a fuoco solo ciò che è vitale ed essenziale per la sopravvivenza.  Forse è per questo che ho immaginato cosa avrei portato con me se avessi dovuto fare un bagaglio di fortuna per partire l’alba seguente. Stringendo al petto mia figlia, non ho pensato a null’altro se non il mio stesso corpo fatto di contatto, carezze, sorrisi, calore. Da qui è nato il testo di Diventano Mare”. La musica invece, “in un soffio, in un pomeriggio con Ornella al piano”  ha scritto Irene Ientile.