Pheromones, “Pheromones”: recensione e streaming

Band “heavy pop” trentina composta da quattro elementi, i Pheromones sono la nuova leva dell’etichetta italo-americana WWNBB, che pubblica il loro primo lp omonimo. I Pheromones sono Margherita Deimichei (voce), Alberto Capuzzo (chitarra), Lorenzo
Tonolli (basso), Filippo Balestra (batteria).

Pheromones traccia per traccia

Con una serie di “uuuu” e “aaaa” a introdurre, Brain Shock gioca con il pop e con le chitarre, per una brevissima avventura che dura poco più di un minuto e mezzo.

Ma non è un’introduzione né un caso: i Pheromones si stancano in fretta e mantengono tutti i brani molto brevi: più aggressiva Alcoholwhore, che assume tratti quasi stoner, ma che altrettanto riempie le casse per poco più di un minuto e mezzo, in cui però concentra una certa potenza.

Più allungata No Flowers, che infatti si permette qualche infiocchettatura sonora iniziale. Il brano scorre su ritmi medi ma con qualche ebollizione che di tanto in tanto infiamma la traccia, lasciando spazio a voce e chitarra.

Ci sono altre influenze dell’alternative dei 90s che emergono da Nothing, scura e movimentata, con qualche indizio post grunge, post metal, post parecchio altro. La rapidissima Wake Up, che è anche il singolo, torna a modalità ipercinetiche e power pop.

Con un titolo che fa pensare agli ABBA, Dancing Queen in realtà prende strade schiettamente rock, con qualche minaccia nel suono e qualche accento più heavy nella sezione ritmica. Un po’ di new wave entra in qualche giro del basso di Sick Love, che per il resto però spara dritto e ha un tiro molto rock’n’roll.

Chiusura a tutta velocità, come è giusto che sia: la guizzante Honey è probabilmente il pezzo più punk del disco, nonostante qualche frenata “parlata”.

La ricetta dei Pheromones è curiosa e anche piuttosto fantasiosa: concentrare tutti gli elementi migliori del brano in canzoni brevissime non è certo un inedito, ma qui la tendenza è estremizzata ed è molto efficace perché riesce a portare al centro dell’attenzione tutte le qualità migliori della band. Un disco rapidissimo e molto ricco, che si può ascoltare e riascoltare con molto piacere.

Genere musicale: pop punk

Se ti piacciono i Pheromones ascolta anche: Manicas

Pagina Instagram Pheromones