Con un gioco di parole che rimanda alla band di Nick Cave, The Bed Seeds nascono a fine 2013. La band è composta da Davide (chitarra e voce), Fabio (basso) e Simone (batteria e seconde voci) che hanno alle spalle 10 anni di esperienza in diverse band dell’area torinese.

Dopo i primi mesi passati in sala prove e suonando nei locali torinesi, la band si chiude in studio e registra i primi quattro brani che compongono l’ep di debutto, Everything Is Perfect For a While. Il disco trova la sua forma con la produzione artistica di Mik Lennard (The Afterglow) e viene pubblicato a luglio 2015, preceduto dal video del singolo The Hunt, girato tra i boschi dei laghi di Avigliana (To) dal regista e amico della band Simone Tizzi.

The Bed Seeds traccia per traccia

Con dosi di drumming particolarmente evidenti, l’ep prende il via sulle note di In Your Veins. La voce non è di quelle da rock trascinante, ma è contornata da una buona ambientazione strumentale.

A seguire Stella (e il fatto se questo titolo ti ricordi Marlon Brando, gli Interpol o Ligabue dice molto di te): il brano è intenso e tirato, con generose dosi di chitarra anche in versione assolo. Suddenly assume le forme della ballata elettrica, ad andamento crescente.

Si chiude con The Hunt, molto più aggressiva e con un sound confinante con lo stoner, e con qualche variazione sul tema durante il tragitto, con la chitarra ancora protagonista.

La band ha buoni pregi nel modo di suonare, anche se qualche limite, sia nel sound un po’ datato, sia in una certa fragilità del cantato, è piuttosto evidente.