Daniele Groff, “Adesso”: #quellochesentivo

La canzone più famosa di Variatio 22, esordio discografico del cantautore trentino Daniele Groff, è Daisy. Ma con totale disprezzo dell'ovvio parliamo di Adesso, brano che comunque si classificò al quinto posto al Festival di Sanremo del 1999.

In silenzio per non ferire, per non sentire il suono dei pensieri che ad alta voce farebbero troppo rumore, troppa paura, troppo soffrire.

Adesso cosa c'è
tu che non dici mai una parola
sei sempre strana e confusa
e non mi dici mai la verità

In silenzio per cercare di calmare la tempesta, in silenzio e a occhi chiusi per lasciar fluire senza imporre argini, senza deviare il corso naturale.

socchiudi gli occhi e ascolta lentamente
il fiume che ti scorre dentro
la vita a volte va controcorrente

In silenzio a collezionare fraintendimenti e aspettative, con l’insicurezza di chi da sempre sa bastare a se stesso ma morirebbe dalla voglia di lasciar andare il timone e farsi trasportare dalla corrente senza costantemente contare quanto manca alla riva.

adesso cosa c'è
rinchiusa in quella scatola di casa
sei sempre bella e insicura
con quelle mani da bambina

In silenzio.

adesso raccogli ogni momento
riposati un secondo e prenditi il tuo tempo
adesso raccogli ogni momento
respira bene a fondo e poi non ci sei più

Pagina Facebook

Chiara Orsetti

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi