Dopo sole due settimane dall’uscita del suo singolo Camini, Giovanni Neve continua a scalare le classifiche radio posizionandosi al primo posto della Classifica RADIO AIRPLAY ABSOLUTE BEGINNERS relativa agli emergenti più passati dalle radio italiane, settimo in classifica RADIO AIRPLAY EMERGENTI e al 16esimo posto della classifica RADIO AIRPLAY INDIPENDENTI ITALIANI dei singoli pubblicati da etichette indipendenti, più passati dalle radio.

Un importante traguardo per la nuova promessa del pop di Ventidieci che registra al suo esordio un grande plauso da parte delle emittenti radiofoniche italiane (Dati Radiomonitor Ltd nelle due settimane di riferimento su circa 350 emittenti monitorate in Italia).

Il brano d’esordio è una canzone di sensibilità melodica propria dell’itpop contemporaneo, con una poetica ad alto tasso sentimentale e un’attitudine autorale importante, prodotto da Ventidieci e distribuito da Artist First.

Un pezzo che viene partorito sopra un tetto di una casa al tramonto. E’ una polaroid che fotografa un viaggio molto combattuto tra la malinconia di fine estate e la fragilità autunnale, in cui protagonista è un amore che cammina su un filo di incertezze.

Il testo riproduce immagini legate al distacco di due amanti che devono tornare alle loro vite di sempre, le quali purtroppo prevedono anche una lontananza dura da affrontare. Racconta il tentativo di racchiudere in una canzone l’essenza di cosa significhi avere vent’anni, di avere la fortuna di passarli insieme a qualcuno di importante, di quei legami fortissimi e inspiegabili propri della giovinezza.

E al contempo le sensazioni, i turbamenti, il quanto ci si possa sentire persi quando i legami devono resistere al tempo e ai cambiamenti di vita, la stessa sensazione di smarrimento tra i nuclei di due atomi di una specie chimica.

“Il cielo arrugginisce su un sogno a stelle e strisce”.

Classe 1997, l’esordio del cantautore marchigiano che anticipa l’uscita del primo album sulla lunga distanza nel 2021 è un manifesto di semplicità e leggerezza, pensosa e mai banale. La produzione artistica è affidata a Fabio De Sanctis e Taketo Gohara. Le ritmiche sono di Niccolò Fornabaio (Vinicio Capossela) e le sonorità di chitarre, basso e synth portano la firma del polistrumentista Alessandro “Asso” Stefana (Vinicio Capossela, Pj Harvey, Mike Patton).

Pagina Facebook Giovanni Neve
Pagina Instagram Giovanni Neve