Fra la trap e il pop 2.0, ecco un nuovo artista da tenere sotto controllo: si tratta di Hype Zulu, che ha da poco pubblicato il suo singolo Come no. Un’anima kitch ma dentro un corpo indie, per citare un estratto del brano. Si parla d’estate, di sentimenti che nascono e di storie che alla fine si somigliano tutte, miseramente.

«Come no è il mio terzo singolo e con questo brano mi affaccio a un nuovo stile che sto cercando di sperimentare su me stesso. Siamo apparentemente nel mondo Trap, ma ben lontani da quegli usi e costumi e con delle vaghe influenze Indie, ma solo dal punto di vista narrativo. C’è stato un lavoro di contaminazione molto particolare anche nei suoni e nelle riverberazioni. Ho voluto una linea melodica ben definita, con delle back vox e dei cori, fatti insieme a Elizabeth Anav, che potessero valorizzare e colorare la mia parte vocale. Sono stato ispirato da una bozza di produzione di ThaiBeats trovata online e con la collaborazione del mio produttore artistico Fernando Alba e del fonico Francesco Trecapelli, abbiamo fatto una selezione degli strumenti tratti dal beat, risuonato e riarrangiato alcune parti. È stato un lavoro lungo, ma ne è valsa la pena».

Pagina Instagram