Ida Nastri: L’intervista #SenzaContesto

Comfort Zone è il primo singolo firmato e pubblicato da Ida Nastri. Le abbiamo rivolto qualche domanda, rigorosamente #senzacontesto.

Il disco che più ti ha segnato come artista nel 2020.

Ho sentito quello di Nathy Peluso, mi sono fermata, e ho pensato WOW! Ma Comfort Zone l’avevo già scritta quando l’ho sentito.

Il film che hai guardato da sola durante la quarantena.

Sono un’amante dei film in costume: Becoming Jane che parla della giovinezza di Jane Austen. E quindi che fai non ti rivedi pure Pride and Prejudice?

La canzone che ti ricorda l’ultima volta che sei stata innamorata.

E ti vengo a cercare Franco Battiato

Quel libro che devi leggere, ma che non ti ha mai convinto abbastanza.

Sto per leggere La figlia unica, ma Michela Murgia mi ha convinto tantissimo a leggerlo.

Una foto senza nessun tipo di contesto.

Non saprei. Ho centinaia di foto della mia gatta.

Pagina Facebook