LaBambagia, duo composto da Isma e Marco, è l’evoluzione naturale di due artisti con un trascorso comune e travagliato, provenienti da un background influenzato dalla scena culturale avvenuta tra gli anni ’90 e 2000. Con il primo singolo Nessun Problema dalle sonorità elettroniche e più moderne, viene descritta ironicamente, la sensazione che si prova durante il distacco social/sociale tipico dell’epoca in cui viviamo, caratterizzata dall’esasperazione egocentrica comune.

Tutto questo provoca una sensazione di distacco che, alla lunga, trova il suo trionfo nel rifugio descritto della parte finale del ritornello che ripete appunto il titolo del brano Nessun Problema. Li abbiamo incontrati e gli abbiamo fatto qualche domanda.

Ciao ragazzi, abbiamo capito che sono tanti anni che lavorate assieme, ma da quanto tempo vi conoscete? Musica a parte, quali sono le cose che vi uniscono?

I+M: Ciao TRAKS, ci conosciamo dall’adolescenza, ma ci siamo affiatati alle scuole superiori, eravamo compagni di banco e non solo. Abbiamo condiviso le stesse passioni, quelle di tutti i ragazzi comuni, dai giri in motorino, alle serate a ballare, al calcio, scorribande e donne. Ma ce n’era una più delle altre che ci legava e che riempiva le nostre giornate, questo sogno comune.

Nella canzone dite “non sono come voi”. E’ diretto a qualcuno in particolare?

Nessuno in particolare, è rivolta a chi vive condizionata da ciò che accade sui social.

Come vi è venuta l’idea di “Nessun Problema” e come avete iniziato a comporla? Chi scrive i testi e chi la musica?

I: Nessun problema, ha cominciato a venirmi in mente mentre guidavo di notte e per qualche motivo non mi sentivo a mio agio sulla strada. A parte gli scherzi, era un periodo nel quale mi apparivano discussioni di gruppi ai quali non ero nemmeno iscritto o commenti di gente che neanche conosco, su argomenti che mi interessano meno di zero. Perciò ho voluto dire con una canzone quello che pensavo a riguardo.

M: I testi e le melodie sono frutto sempre dell’inventiva di Isma, mi piace cantarli perché abbiamo spesso le stesse opinioni sulla società, anche se alle volte mi tocca contraddirlo su qualche frase tirata via, allora ci vediamo la sera con una bella bottiglia e troviamo sempre la quadra del pezzo.

Cosa ci dite a proposito dei lavori futuri? Qualche indiscrezione?

M: Abbiamo tanti brani e i prossimi due sono già in fase di registrazione, quindi stay tuned perché siamo scesi in campo e ci piace “giocare”(spoiler).

Pagina Facebook LaBambagia