Leader Negativo: i bagagli del synth pop

Abbiamo intervistato Leader Negativo, la nuova band di Luca Urbani che ha lanciato di recente il singolo Comunque.

Leader Negativo è formalmente una band all’esordio ma caratterizzata da personaggi che sono attivissimi nella musica italiana da decenni, penso ovviamente soprattutto a Luca Urbani. Che cosa vi piacerebbe che ci fosse degli artisti che avete frequentato nella vostra carriera nel vostro nuovo progetto?

I bagagli si fanno, si disfano, si ripuliscono per poi rifarli con ciò che ha colmato lo spazio di quello che hai scartato o che non ti servirà in futuro: il risultato è sperare di ottenere sempre qualcosa di nuovo filtrato e arricchito dai viaggi precedenti.

Come nasce il brano “Comunque”?

Il brano nasce dalle idee di Luca, interpretate da Fabio e masticate negli arrangiamenti da tutta la band per ottenere una nuova valigia.

Come vedete questo rilancio in grande stile del synth pop in chiave italiana?

È come un trolley che ne ha viste tante, ma che ora può raccontare in questa nuova chiave tutto quello che ha ancora da dire sui viaggi passati e le aspettative sui futuri panorami musicali.

Comunque è il singolo apripista del vostro primo lavoro. Ci potete raccontare come sarà?

Comunque è un brano di transizione, spiega come i viaggi nelle band siano interminabili e sempre alla ricerca, per non trascurare nulla che possa rappresentare infinite sfaccettature attraverso il percorso espressivo che ricordiamolo è sempre un lavoro di più teste, background, esperienze e gusti, il disco sarà lo stato più avanzato possibile di questa fusione.

Pagina Facebook

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi