Venerdì fa sempre rima con nuove uscite: in questa seconda metà di giugno anche Leo Pari torna con il suo nuovo brano Le donne sono come le Stelle. Un inno alla bellezza femminile, alla gioia che portano quando arrivano, quando vengono, e anche alla bellezza di quando se ne vanno, anche se poi te ne manca sempre e soltanto una. Si respira aria di tormentone per le melodie sempre azzeccate e l’arrangiamento in perfetto stile dell’artista.

Leo Pari ha presentato il suo nuovo pezzo dedicandolo “alle donne di tutto il mondo, di ogni continente, di ogni etnia ⭐️ Alla vostra bellezza e al vostro coraggio infinito ⭐️Mamme, sorelle, compagne, amiche.. GRAZIE“.

Leo Pari – “Le donne sono come le stelle”, il testo

Mi manchi già da un po’
mentre bevo uno Chateau
fumi ancora ?
fai ancora il panico
le persone cambiano
come cover dell’iPhone
mi sei tornata in mente mentre facevo un autogol
è da tanto che non ti vedo
è da tanto che non ti sento
è già gennaio

è da tanto che non ti vedo
è da tanto che non ti sento
ma riesco ancora a respirare questo vento d’acciaio

Le donne sono come le stelle
brillano per tutta la notte
poi la mattina sono belle
anche se stanno rotte
sono belle quando vengono
belle quando se ne vanno
sono belle senza trucco
forse solo qualche inganno
le donne lo sanno l’effetto che fanno
l’amore che danno
l’amore che danno
l’amore che danno
che danno che ho fatto con te

Mi manchi già da un po’
mentre guardo un altro post

mangio troppi nachos
sei più andata in Messico
le persone cambiano
ho rotto il vetro dell’iPhone
mi sei tornata in mente mentre facevo l’aerosol
è da tanto che non ti vedo
è da tanto che non ti sento
è già febbraio
è da tanto che non ti vedo
è da tanto che non ti sento
ma sento ancora battere questo cuore d’acciaio

Le donne sono come le stelle
brillano per tutta la notte
poi la mattina sono belle
anche se stanno rotte
sono belle quando vengono
belle quando se ne vanno
sono belle senza trucco
forse solo qualche inganno
le donne lo sanno l’effetto che fanno
l’amore che danno
l’amore che danno
l’amore che danno
che danno che ho fatto con te

Che un tempo mi volevi molto
adesso mi vorresti morto
luglio andava di fretta settembre la copia di agosto
un tempo mi volevi molto
adesso mi vorresti morto
ottobre uno schifo novembre è sempre più corto
dicembre non lo sopporto

Le donne sono come le stelle
brillano per tutta la notte
poi la mattina sono belle
anche se stanno rotte
sono belle quando vengono
belle quando se ne vanno
le donne sono come le stelle
brillano tutto l’anno
brillano tutto l’anno
brillano tutto l’anno
brillano tutto l’anno
brillano tutto l’anno

Mi manchi già da un po’

Pagina Facebook