4 maggio 2020: inizia la cosiddetta fase 2 per la gestione della pandemia Covid-19, e il nuovo singolo de Lo Stato Sociale vede la luce. Il titolo è legato a doppia mandata al periodo storico che stiamo vivendo, AutocertifiCanzone, e racconta le contraddizioni, i pensieri, le altalene dell’umore che ci hanno resi instabili e preoccupati durante questo lockdown. Baci rubati, appuntamenti segreti, corsie di supermercati e voglia di normalità sono al centro di questo brano, in linea con le precedenti produzioni di Lodo Guenzi e i suoi.

Il brano, disponibile da oggi per gli ascolti in streaming, è stato rilasciato in anteprima nelle radio in-store delle più grandi catene di supermercati italiani, gli unici spazi pubblici dove è consentito ascoltare musica.

La speranza e la sensazione che il mondo non sia ancora finito lascia un gusto buono in bocca, sa di promesse da mantenere e sogni da realizzare. Sa di tempo a disposizione, che sia da perdere o da investire a seconda delle occasioni.

LO STATO SOCIALE, “AUTOCERTIFICANZONE” – IL TESTO

Un giorno pesto un giorno raffreddore
un giorno ospedale un giorno aspirina
un giorno stiamo soli un giorno sudami addosso
un giorno saliva un giorno amuchina
un giorno ce la faremo un giorno fine del mondo
un giorno stai a letto un giorno vieni anche tu
un giorno non so più se oggi è domenica
un giorno baciami e poi
non pensarci più

Dammi un appuntamento
anche se è vietato
al reparto sanitari
di un supermercato
soli nel corridoio
per un bacio rubato
per ricordarci che il mondo
non è ancora finito

E finiranno tutti i giga del mondo
e ci toccherà rinascere migliori
e avremo così tante cose da fare
che la vita tornerà a sembrarci troppo breve
sei sempre stata il posto in cui tornare
alla fine di ogni lungo coprifuoco
partiranno ancora i treni per il mare
ricorderemo tutto si ma come un gioco

Dammi un appuntamento
anche se è vietato
al reparto sanitari
di un supermercato
soli nel corridoio
per un bacio rubato
per ricordarci che il mondo
non è ancora finito

Non sarà la fine
e ne usciremo bene
e se sarà la fine
ne usciremo insieme
e non sarà la fine
e ne usciremo bene
e se sarà la fine
ne usciremo insieme
e ne usciremo bene

Dammi un appuntamento
anche se è vietato
al reparto sanitari
di un supermercato
soli nel corridoio
per un bacio rubato
per ricordarci che il mondo
non è ancora finito

Dammi un appuntamento
anche se è vietato
al reparto sanitari
di un supermercato
soli nel corridoio
per un bacio rubato
per ricordarci che il mondo
non è ancora finito

Pagina Facebook