Loners: il bello dei gruppi

Con una storia molto lunga ma un po' accidentata alle spalle, i Loners sono ripartiti, per ora da un singolo con video, Envy, e presto (a fine giugno) con un lp. Abbiamo rivolto loro qualche domanda.

La vostra band ha una storia molto lunga ma con molti “salti” e buchi di sceneggiatura...

In realtà chiamarli buchi è troppo gentile... Sono stati momenti di inattività totale! Fondamentalmente nel '77 eravamo solo ragazzini pieni di sogni... poi Salvo è andato a Londra e ha fatto una bellissima carriera come cantante. Dopo 30 anni di piacevole esilio i computer e le nuove tecnologie gli hanno permesso di tornare a Siracusa e svolgere comunque il suo lavoro.

Chiaro che nessuno di noi è stato con le mani in mano... Sante ha fondato la prima cover band di Siracusa a repertorio esclusivamente soul blues. Cosa che poi è stata ampiamente copiata da tante band locali. Gaetano ha sempre suonato alternando il ruolo di bassista e di cantante in tante band. Una di queste (Dos Hombres Quieren Mas) ha realizzato un album in Spagna per la Animal Records di Madrid e quindi si è trasferito la per un certo periodo... Alberto e Vincenzo hanno altrettanto prestato la loro opera in tanti gruppi; poi ci siamo sposati, abbiamo fatto figli...

Vorrei sapere qualcosa di più della traccia “Envy” che avete scelto come singolo

Gaetano: musicalmente la mia prima intenzione era di fare una canzone monotempo e quasi monoaccordo ( il mi maggiore :-)) con un che in levare... Tipo dance anni Settanta. La voce di Salvo mi emoziona e mi ispira molto nel processo creativo quindi non poteva mancare una bella spruzzata di soul. Poi essendo io un beatlesmaniaco ho aggiunto un rif strumentale centrale che  richiama una chitarra che si sente in sottofondo nel middle eight di The Word...un omaggio che solo io potevo cogliere...:-). il riff iniziale è invece di Sante che con questa trovata ha arricchito notevolmente il brano... Insomma ognuno poi ha dato il suo fondamentale contributo. Non è questo il bello dei gruppi?

Salvo: dal punto di vista letterale era un po’ che riflettevo sul concetto di invidia... Oggi tutti desiderano tutto e tutti ma nessuno vuole ammettere che l'invidia è una parte imprescindibile del desiderare. Invidia e ipocrisia!

“Envy” fa parte di un disco di dieci brani inediti che uscirà a fine giugno. Ce ne potete parlare?

Noi volevamo fare un disco di genere che non tradisse il nostro amore per il rock blues e per un certo tipo di sound 60/70 ma che non suonasse anacronistico! Pensiamo di esserci riusciti. A voi il giudizio finale.

Doveste scegliere, senza alcun limite, di scrivere una canzone con uno dei vostri idoli, chi scegliereste?

Ci piacerebbe poter collaborare con chiunque ne sappia piu' di noi! Dovendo fare dei nomi faccio una media... Tutti fra Keith Richards e Paul McCartney.

Pagina Facebook

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi