LSKA, “Ephemeral”: recensione e streaming

Esce per Record Y su tutte le piattaforme digitali Ephemeral, il nuovo disco del progetto LSKA, già anticipato dal singolo Solid State Spirit.

Un album che è nato in un periodo di grande cambiamento e che riflette la ricerca di uno spazio sicuro in cui potersi abbandonare. Tutti i brani sono stati composti in pochissimo tempo, ma sono frutto di riflessioni durate anni sulla ripetizione, l’astrazione e l’inserimento di elementi casuali nel processo di composizione.

La scintilla che ha permesso alla macchina di rimettersi in moto è stato l’invito a partecipare esattamente un anno fa alla rassegna di musica sperimentale Deragli presso il Caracol Olol Jackson di Vicenza.

LSKA traccia per traccia

Walk In apre il disco con un breve movimento a sorgere, sempre più aperto e orizzontale. Poi è già tempo di title track: poche le note sulle quali gira Ephemeral, anche se un battito scomposto e profondo si muove da dentro verso l’alto.

C’è una certa freschezza nei suoni che contraddistinguono Note to Self, anche se qualche glitch vuole deragliare il percorso del brano.

Parole smozzicate e scomposte fanno da preludio a Electromigration, prima che una melodia si manifesti all’orizzonte, senza però fugare le tensioni instillate dalle voci.

Plates ha invece una forza tranquilla che si manifesta sia nella ritmica cadenzata e regolare, sia nei movimenti sonori cosmici. Ecco poi il singolo, Solid State Spirit, che si fa concreto e molto ricco di materia ritmica, con un battito forte a tenere insieme un brano dal carattere forte e oscuro.

Discorsi di autostima sono quelli che certificano una molto più morbida Self Esteem, che formicola in ambienti tranquilli e luminosi. Il disco si chiude con il brano più lungo, oltre 6 minuti, per certificare un ritmo che prende piede e poi si frammenta e si scompone progressivamente lungo il percorso del brano.

Progetto interessante quello di LSKA, calato in uno sperimentalismo con zero compromessi e moltissima voglia di spingersi più in là possibile, lasciando spazio totale alle idee e ai suoni.

Genere musicale: strumentale, ambient

Se ti piace LSKA ascolta anche: Massimo Discepoli

Pagina Instagram LSKA