Martina Di Roma, “Invisible Pathways”: recensione e streaming

Esce su tutte le piattaforme digitali il disco di debutto di Martina Di Roma dal titolo Invisible Pathways. Un nuovo capitolo per la cantautrice del milanese, classe 1997, che mescola influenze jazz e un pop sofisticato e di respiro internazionale, un pianoforte complice e magnetico, e gli ultimi quattro anni della sua vita.

Invisible Pathways” è un vero e proprio percorso, sono gli ultimi 4 anni della mia vita. Mi piace pensare che dentro le nostre menti ci siano tanti percorsi, invisibili ovviamente, che possiamo intraprendere a seconda del momento della vita in cui ci troviamo. I miei sentieri mi hanno portata in luoghi solitari, carichi di ansia e preoccupazioni. Ho lottato contro dei mostri, ho corso nel buio, sono inciampata ma alla fine dei sentieri ho trovato la calma e la luce. Ogni brano racconta un momento particolare di questa corsa, un racconto in prima persona vero e sincero

Martina Di Roma traccia per traccia

Il percorso di Martina si apre su note Bittersweet, un brano guidato dal pianoforte che mette in evidenza i contrasti dolceamari promessi dal titolo, muovendosi in modo sinuoso e apertamente jazz, con assoli piuttosto vibranti nel finale.

Le dita rimbalzano agili sul pianoforte, con qualche piccolo inciampo, a presiedere al volo di Butterfly, che vive di sensazioni sparse in movimento. Il brano prima mormora e vocalizza, poi chiarisce il canto e si fa melodico.

Ballata per voce, pianoforte e malinconia, ecco The Acrobat, che danza anche sulle corde del contrabbasso. Due minuti di interludio con Spiral, e poi ecco Blurry, una visione sfocata che si anima e acquista sostanza man mano che il brano procede.

La chiusura del disco si consuma con Healing, un processo di guarigione che si ottiene una volta di più con modalità jazz.

Al netto di qualche imprecisione qui e là, il disco di Martina Di Roma rappresenta un buon esordio e un lavoro da vedere anche in prospettiva, con molta curiosità nei confronti dei molti futuri possibili aperti di fronte alla ragazza.

Genere musicale: jazz, cantautrice

Se ti piace Martina Di Roma ascolta anche: Patrizia Ajello

Pagina Instagram Martina Di Roma