If there were è l’ep di debutto di Mykyta Tortora, 22 anni e già attivo in una band post-punk (7mondays). Un lavoro solista molto intimo, registrato in maniera semplice, quasi “spartana”, con pochi strumenti in uno scantinato dal quale sono stati sfruttati al massimo i riverberi naturali.

Mykyta Tortora traccia per traccia

La traccia di partenza è anche la title track: If there were è un pezzo che apre voce e chitarra, su suoni particolarmente malinconici e risonanze allungate. Il brano si dilata fino a raggiungere ampiezze psichedeliche.

Dopo l’intermezzo rumoristico e inquieto di Birth, ecco tornare le pennate di chitarra con Spring, che si muove con circospezione prima di prendere direzioni più decise con l’andare del brano.

Si chiude sul morbido di Women, che si ricollega in qualche modo al folk pop alternativo di marca inglese (non è un reato pensare a Badly Drawn Boy, nella fattispecie), con una seconda parte contrassegnata da un ritmo marcato e da uno sguardo più severo.

Benché i suoni scelti da Mykyta Tortora per il proprio ep d’esordio abbiano già tantissimi precedenti illustri, la miscela dei piccoli elementi scelta dal cantautore (o songwriter) è personale e convincente. Tre canzoni e mezza che costituiscono un ottimo assaggio di ciò che inevitabilmente verrà.

Genere: folk

Se ti piace Mykyta Tortora assaggia anche: Viva Lion

Pagina Facebook