Viva Lion, “Bona Fide”: recensione e streaming

A distanza di cinque anni dall’uscita di Mi Casa Es Tu Casa (INRI / Metatron / Cosecomuni) Viva Lion torna sulla scena con un nuovo album, Bona Fide (Primrose Music / Flipper Music). Prodotto da Federico Nardelli, Federico Coderoni e Giampaolo Speziale, Bona Fide è stato registrato e mixato tra Roma e Berlino, un disco dai confini sottili, risultato del lavoro di un singolo autore e tre diversi produttori. Nel nuovo lavoro troviamo ballate acustiche, chitarre elettriche, strumenti vintage, synth digitali ed effetti analogici.

Viva Lion traccia per traccia

Dopo la breve intro I, si passa alle atmosfere allargate e di chiara ispirazione folk di Boomerang. Chiara ispirazione folk, e acustica, che non impedisce alla canzone di prendere una piega da ballad rock-pop internazionale.

Porta con sé una sorta di crescendo orchestrale la seguente Familiar Relationship, capace di partire piano ma di guadagnare fiato man mano che procede.

Più rumoroso l’ingresso di You Are the Name I Call All the Place, che comunque conserva morbidezza e plasticità. Sofficissimi i panorami che delinea Fair Loyal Road, con appena un pizzico di psichedelia sullo sfondo.

Cardabello è un intermezzo chitarristico colorato da voci di bimbi. Silverlin, che arriva subito dopo, si dimostra adatta a riprende il flusso, con un grado di intimità iniziale che lascia poi spazio a orizzonti sonori più vasti, con batteria e tastiere.

Si sceglie la via della contaminazione all’interno di Deal, che prevede un lungo intervento rappato di Chef Ragoo, sorretto anche da sonorità sintetiche assenti nel resto dell’album.

Agata (A Song For) decide di tornare su piani più tranquilli, acustici e contenuti. Appena più nervosa AM, con qualche eco e qualche risonanza. Tornano le voci infantili con Lola (A Song For), altro brano in dedica, che chiude il disco con moltissima tenerezza.

Ritorno di notevole intensità quello di Viva Lion, capace di condensare sensazioni diverse all’intero di undici tracce colorate di folk e di buone idee.

Genere: folk rock

Se ti piacciono i Viva Lion assaggia anche: An Early Bird

Pagina Facebook