Recensione: Romero, “God bless Rock’n’Roll”

Romero - I - CoverCon un titolo che lascia poco spazio all'immaginazione, i Romero pubblicano God bless Rock'n'roll, un ep da quattro canzoni duro e ricco di spunti hard rock. Attivi dal 2014, in pochissimi mesi i Romero collezionano una serie impressionante di date. La lineup della band vede al basso Diego Franchini, alla batteria Cristian Bonamini  e alla chitarra Loris Marchiori.

Romero traccia per traccia

Con innegabili influenze dalla parte più rocciosa dell'hard rock anni Settanta, l'ep si apre con Mother Moon, che comprende un repertorio assortito di schitarrate, drumming forsennato e vocalizzi un po' in stile Ian Gillan. Ma, almeno dalle prime battute, l'effetto fotocopia o nostalgico non è presente: gli elementi si amalgamano in maniera coerente e plastica.

Dopo il finale prolungato e più morbido della canzone d'apertura, partono le rullate di I don't want to be like you che, a parte qualche filtro vocale, si presenta piuttosto nuda, cruda e rumorosa, con corpose iniezioni di blues elettrico alla radice. Radio si regala un'atmosfera leggermente meno aggressiva, ma senza perdere nerbo. Il disco si chiude con Just a Man, piuttosto ambiziosa ed enfatica.

Se ti piacciono i Romero assaggia anche: Felidae Trick

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi