Sirio: “Annegherò insieme a te” è il nuovo video

Disponibile il video e la versione radio edit di Annegherò insieme a te, il nuovo singolo del giovane cantautore bresciano Sirio. Il brano segue Son Nel MezzoCanzone per un amico ed è il terzo estratto da Cronache Siderali, l’album di debutto uscito in giugno per Rivertale Productions. La nuova versione radio edit è disponibile su tutte le piattaforme di streaming e digital download, il video è su YouTube.

Annegherò insieme a te: sacrificarsi e donare la propria vita per un’altra persona. Certamente uno dei brani più romantici e spirituali del disco, nonché quello in cui più si identifica, rappresenta il proseguimento naturale del primo singolo Son nel mezzo. La canzone racconta una visione trascendentale dell’amore, inteso come forma di cura e guarigione. Descrive uno sguardo pittoresco dello scorrere del tempo, basato su continue rinascite attraverso le epoche storiche, cercando continuamente la stessa persona nei millenni, per continuare ad amarsi come fratelli, genitori, figli o amanti e finalmente, guarire.

Una musa decadente è consumata da una malattia che pian pian la divora e il protagonista, intrapreso un viaggio per trovare la giusta ‘medicina’, scoprirà che riuscirà a salvarla esclusivamente grazie al “fiore bianco dentro di me“, un potere nato dal male affrontato (elemento già presente nella lirica del singolo “Son nel mezzo”). La canzone di Sirio non rivelerà la guarigione o meno dalla malattia, ciò che qui è indiscussa protagonista è l’immensità del tempo: non importa infatti se dovesse terminare qui il viaggio, “perchè tanto ti incontrerò sempre, in ogni periodo storico ‘sotto forma di farfalla o di donna’, ‘le nostre reincarnazioni si riconosceranno proprio come 4000 anni fa e un giorno potrai trovarmi in un fiore, in un fratello o in un albero.”

Sirio è lo pseudonimo del cantautore bresciano Antonio Gilioli, classe 1995; appassionato alla musica d’autore, le sue influenze spaziano dall’alternative, al rock, sino al folk dei grandi cantautori italiani e d’oltreoceano. Fondendo l’energia di sonorità elettriche a parti cantautorali acustiche, le tematiche dei testi trovano ampio spazio d’espressione in un viaggio che racconta esperienze personali, conflitti interiori e considerazioni sul mondo circostante.

L’artista si esibisce come one man band (chitarra acustica, voce e armonica) imbastendo la scaletta con brani inediti e cover inerenti al genere cantautorale, tuttavia dispone anche di una band con cui proporrà live set più elettrici basati sull’arrangiamento scelto nell’autoproduzione del proprio disco.

L’album di debutto Cronache Siderali è stato è registrato al Glotoneria Studio (Montichiari, BS) di Riccardo Frigoni e Cesare Madrigali e vanta la partecipazione di Bruno Bonarrigo in alcuni brani (ex bassista di Andrea Paglianti, Ettore Giuradei e attualmente militante nella band di Cisco). Un album di dieci brani, arrangiato e scritto in totale autonomia con l’appoggio della componente ritmica di Stefano Doninelli (Cahon, batteria). In tre brani compare la cantante Miriam Mori, dedicandosi a cori e armonizzazioni.