Da domani, mercoledì 5 maggio, sarà disponibile in digitale Don’t Panic di Tedua, che anticipa l’attesissimo nuovo album dell’artista. Il video ufficiale è già online.

Don’t Panic contiene 7 freestyle in cui, nell’arco di meno 2 minuti ciascuno, Tedua dimostra di essere ancora il punto di riferimento e il massimo esponente della drill italiana. Questo genere, nato a Chicago agli inizi degli anni ’10 e caratterizzato da testi crudi e basi trap, giunge pochi anni dopo anche in Italia, nello specifico in Liguria (da cui il nome “Drilliguria”), prendendo forma in un dialogo tra la tradizione della scuola cantautorale genovese e il disagio della vita di periferia portato da oltreoceano.

Nella produzione musicale di Tedua, il risultato di questo incontro è dato da testi riconoscibili per l’originalità della scrittura e il flow sincopato con incastri di rime peculiari. Grazie ai suoi album Orange County, disco di platino, e Mowgli, doppio disco di platino, la drill è diventato un vero e proprio fenomeno della scena rap italiana e si è imposta anche al pubblico.

I video dei sette freestyle, ideati sotto la direzione artistica di Tedua, rappresentano il viaggio dell’artista verso le porte dell’Inferno, collegandosi alle tematiche affrontate nell’ultimo lavoro discografico “Vita Vera Mixtape – Aspettando la Divina Commedia”. Le prime tracce sono ambientate in una città distrutta, circondata dalle fiamme e da un cielo purpureo che, nei video seguenti, sprofonda nell’oscurità e nella calma apparente della notte e di un museo tanto maestoso quanto vuoto, simbolo di una società fatta solo di apparenze.

In un crescendo di intensità, gli ultimi due freestyle vedono Tedua all’entrata dell’Inferno, rappresentato come un luna park in disuso, e all’interno della Selva Oscura decantata da Dante, circondato dalle mitologiche fiere. Tedua è finalmente pronto a intraprendere il lungo viaggio nei tre mondi dell’Oltretomba.

Tutti i video di “Don’t Panic” sono stati realizzati, ispirandosi alle scene di una “Divina Commedia” urbana e alle famose illustrazioni del pittore Gustave Dorè, in un’unica giornata di filming dallo studio creativo Ombra Design, in collaborazione con Ombra Film, grazie al nuovissimo cluster rendering di Disguise X, unito all’utilizzo di Unreal Engine. È la prima volta che questa tecnologia d’avanguardia per le virtual productions viene utilizzata sui set di video musicali in Italia.

Qui di seguito la tracklist completa:

1. Inferno (Tedua, Chris Nolan, Sick Lucke)
2. Badman (Tedua, Garelli)
3. Paris (Tedua, Chris Nolan)
4. Corvi (Tedua, Chris Nolan)
5. Urla (Tedua, Chris Nolan)
6. Gironi (Tedua, Chris Nolan)
7. Lo-fi Drill (Tedua, Shune)

Classe 1994, nato a Cogoleto in Liguria, Tedua (Mario Molinari) è cresciuto a Milano. Dopo aver fatto parte di alcune crew come Zona4Gang e Wild Bandana, nel 2014 ha fatto il suo debutto con “Medaglia d’oro” pubblicato in free download in collaborazione con Vaz Tè. Nel 2015 è uscito il mixtape “Aspettando Orange County”, seguito poi l’anno successivo dall’album “Orange County California”. Con questi lavori esplora le sonorità della drill music, un sottogenere della trap, diffusosi intorno al 2010 nella scena rap di Chicago grazie alle produzioni di rapper come Pacman e Chief Keef.

Nel 2016 compare nel film Zeta, il lungometraggio di Cosimo Alemà dedicato alla scena rap italiana: nella pellicola, Tedua interpreta se stesso alle prese con una battle di freestyle che lo vede contrapposto a Fatt Mc. A gennaio 2017 esce “Orange County – California” che contiene i singoli “Buste della spesa” (con un video che su YouTube viaggia intorno alle 9 milioni di visualizzazioni) e il duetto con Ghali in “Fifty fifty”. Nel 2017 Tedua compare nell’album Fenice di IZI (Sony Music) nel singolo Wild Bandana, certificato disco di platino, ed esce successivamente con il singolo Wasabi 2.0 (Sony Music) che oltre ad essere certificato doppio disco di platino, ottiene oltre 7.4 milioni di visualizzazioni in soli 5 mesi.

A novembre 2017 esce il singolo La legge del più forte, certificato doppio disco di platino, che anticipa il secondo album Mowgli, anch’esso certificato doppio disco di platino. L’album contiene brani come “Vertigini”, doppio disco di platino, “Sangue Misto”, disco di platino, “Fashion Week RMX”, disco d’oro, “Acqua (Malpensandoti)”, disco d’oro, “Burnout”, disco d’oro e “3 Chances (Dilla tutta)”, disco d’oro.

Nell’estate 2019 pubblica il singolo Elisir, certificato disco d’oro, che anticipa la nuova fase musicale di Tedua. Nel 2020 pubblica su Youtube 2020 Freestyle, divenuto un vero cult tra i fan. Nello stesso anno pubblica Vita Vera, mixtape – Aspettando la Divina Commedia, mixtape in due parti che ha ottenuto il disco di platino e che ha conquistato la vetta degli album più venduti della classifica FIMI/Gfk per due settimane consecutive.

Pagina Instagram Tedua