I disconosciuti figli di: un’intervista a fumetti

Abbiamo intervistato I disconosciuti figli di per parlare di Frank, i sognatori e le altre storie, il loro ultimo disco. Ci hanno risposto a fumetti…
Come nascono I disconosciuti figli di e perché questo nome curioso?

C’è molta tradizione nei vostri suoni: ci spiegate la scelta tutta analogica?

– La risposta “drammaticità”:

Eravamo squattrinati ma volevamo il disco; siamo entrati in sala prove e abbiamo registrato il tutto dal vivo in 8 ore. Di ogni traccia sono state fatte 2 take, di ognuna abbiamo preso la migliore. Significa anche andare in studio di registrazione e avere le idee estremamente chiare.

  • La riposta “fantascienza & attualità”

Un tipo misterioso una notte ci fermò e ci disse:

Allora noi il concerto dal vivo l’abbiamo fatto su disco, per fregare l’evento: vuoi un live? Metti su il disco de i Disconosciuti Figli di e saranno praticamente live a casa tua durante la quarantena.

Chi è il “Vecchio Frank”?

Vecchio Frank è una delle storie del disco. In questo caso, quella di una persona che non ha fatto i conti con il tempo che passa.

C’era un dialogo di un film, Capitan Fantastic che riassume bene lo spirito di questo Frank; più o meno diceva questo:

Sono i due lati della stessa moneta. Vivi intensamente ma ricordati anche che il tempo va avanti con o senza te. Ah, scusateci, abbiamo fatto spoiler perchè quella frase la dice alla fine del film. Ehm, bello comunque, consigliato, fate finta di non aver letto nulla.

Vecchio Frank poi è un personaggio che allontanandosi dalle proprie radici le riscopre. A volte fai un lungo viaggio, vai lontano per scoprire infine quanto c’è di tuo della tua terra di origine.

Ancora. Vecchio Frank è quel momento della tua vita in cui pensi che devi cambiare qualcosa.

Vi siete qualificati per la nuova edizione di Sanremo Rock: com’è andata e che emozione è?

Sul com’è andata riproponiamo un dialogo romanzato di una nostra chattata. Probabilmente eravamo tutti sul divano in fase di appisolamento:

  • Ragazzi. San Remo Rock ha aperto le selezioni. Che dite, partecipiamo?
  • Mhh mhh
  • Bò…sì
  • Che brano potremmo mandare secondo voi? Qualche preferenza?
  • Mmmhhhh
  • Bò, qualsiasi

Un mese e mezzo dopo:

  • Houston, abbiamo un problema: ci hanno selezionato. Partecipiamo!
  • Cosa cosa
  • Cosa cosa cosa?
  • Cosa cosa cosa?
  • E la foto? E quando si fa? E le prove con il coronavirus come si fanno?

Poi accadde che uno di noi andò in posta per inviare la conferma di partecipazione e successe che….

Siamo stracontenti e onorati di essere stati selezionati. Vogliamo mettercela tutta.

Quali sono i vostri piani per il futuro?

Forse rivendere l’auto.

Fare figli?

Studiare l’orizzonte ma guardando un po’ più su. Altrimenti il sacrificio di Frank sarebbe invano.

Fare un altro disco.

Pagina Facebook