Miza Mayi, “Stages of a Growing Flower”: recensione e streaming


Stages of a Growing Flower è il primo album di Myza Mayi da solista e autrice. Influenze nu soul, electro pop, electric jazz, lounge, funky: un concept album autobiografico che rappresenta diverse attitudini emotive.

Il percorso del disco si sussegue in base a un ideale percorso di crescita interiore: dapprima resilienza poi desiderio, coraggio, delusione, nostalgia, rabbia, speranza, amore illuminato, amore cosciente, amore universale e infine leggerezza.

Miza Mayi traccia per traccia

C'è il pianoforte, ma ci sono anche ritmi piuttosto sostenuti e poca calma di fondo in Golden, che apre il disco con dosi notevoli di groove e con le luci già accese sulla voce, molto significativa, di Miza.

Battito e voce sulle prime note di Burn Down My Soul, che poi prende strade nu soul con il basso a recitare la parte della spina dorsale.

C'è malinconia tutto sommato non struggente all'interno di Walk Away, forse più i colori di una rassegnazione ovattata e morbida.

Un po' più appuntita, affetta da elettronica e beat dance, ecco poi The Third Way, che se la balla in tutta agilità, senza sforzi.

In my Dreams è una ballad con tutti i crismi: pianoforte, melodia, dolcezza e la voce di Miza che qui risulta anche più black.

Giocosa, divertita e contrassegnata dal sax di Jessica Cochis, ecco poi Jazz that Funk, esercizio di bravura ma non necessariamente fine a se stesso.

Tra i brani più "sentiti" del disco c'è indubbiamente Waters, acque nelle quali si riversano talento e intensità, pur dentro canoni molto tradizionali.

Si rimane a luci basse con Kundalini Love, decisamente più romantica che maliziosa. Si torna a ballare un po', con moderazione, sui fiati di Assurdité.

Piena atmosfera pop-dance quella di Flowers, dei fiori che sembrano ormai sbocciati. Sapori jazz e funk in chiusura, con un'eclettica Tom Tom Town. Il disco comprende anche due remix di Jazz That Funk e della stessa Tom Tom Town.

Un disco molto significativo e consapevole, quello di Miza Mayi, capace di regolare ritmi e bioritmi secondo gli andamenti di canzoni ben scritte e dalle virtù pop evidenti.

Genere: nu soul, pop

Se ti piace Miza Mayi assaggia anche: Alice Viola

Pagina Facebook

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi