Morgan While: un progetto smart

C’è un curioso video che gira e che coniuga pop e atmosfere da videogioco: si tratta di The King of the Nowhere e a firmarlo è Morgan While, pseudonimo di Federico Lovato. Lo abbiamo intervistato.

Ci vuoi raccontare chi è Morgan While?

Morgan While vuole essere un progetto “smart”. Oggigiorno un musicista non può permettersi di essere una cosa sola, bisogna saper essere un po’ di questo, un po’ di quello…

Ho scelto questo pseudonimo all’età di quindici anni; era il nickname che utilizzavo per giocare ai videogiochi online. E’  il mio nome preferito legato a una parola inglese che significa “mentre”, mi piace molto il suono che danno insieme.

A questo punto vorrei sapere anche chi è The King of the Nowhere e come nasce la canzone

The King of the Nowhere è una traccia che ho sviluppato assieme a Luca Sven Macher, ci siamo divertiti a immaginare questo ipotetico mondo che viene visitato da un misterioso e regale figuro al quale piace cantare e uccidere chiunque si trovi sul proprio cammino.

Una delle cose che apprezzo di più di questa traccia è l’antitesi tra la musica e il testo, a me e Luca piacciono molto quelle scene di alcuni film in cui immagini forti vengono incorniciate da una musica allegra e spensierata, il che da un effetto quasi comico a delle scene che senza quel tipo di ambiente sonoro, avrebbero un gusto decisamente più amaro.

È per questo che abbiamo deciso di utilizzare dei suoni così forti e allegri durante il drop, momento che dovrebbe corrispondere alle cannonate della battaglia. La  storia è allegorica, il messaggio implicito si riassume in una domanda “dobbiamo aspettare una crisi globale prima di riuscire a unirci tutti senza ucciderci a vicenda?”

Parliamo del video: l’avete girato in un ex manicomio. Ci puoi raccontare perché avete scelto quell’ambientazione e che esperienza è stata?

L’ex manicomio di Mombello, oltre che essere un sito pieno di storia, è stata un’ottima scelta per proporre un’ambientazione post-apocalittica. È stato molto divertente aggirarsi nella devastazione di questo luogo abbandonato nei panni di un sopravvissuto all’apocalisse. Ciò non toglie che sia molto pericoloso quindi sconsiglio vivamente ai minori di andarci se non accompagnati.

Nella canzone si sentono influssi del pop internazionale. Quali sono i tuoi ascolti e i tuoi gruppi preferiti?

Come sonorità ci siamo ispirati a Madeon, Martin Garrix, The Chainsmokers (EDM), nello sviluppo del testo Iggy Pop, Jonathan Davis

A quando un lp intero? Puoi darci qualche anticipazione?

È un periodo in cui sto lavorando molto, continuando con questo ritmo mi piacerebbe molto arrivare a collaborare con tanti artisti, e perché no, anche all’album. Per ora, tuttavia,  non c’è ancora alcun album in lavorazione, solo tanti singoli inediti pronti a esplodere dalle vostre casse! Credo molto nei singoli e penso che l’industria discografica si muova sempre di più verso di essi che nella produzione di album, inoltre, a essere sincero sono un fan dei concept album e mi piacerebbe moltissimo lavorare a un progetto di questo tipo.

Links

www.morganwhile.it
www.morganwhile.com

You Tube: https://youtube.com/user/TheMorganWhile
Facebook: https://facebook.com/morganwhilemusic/
Instagram:
Twitter:  https://twitter.com/MorganWhile