Rossetti, “L’amore è una bicicletta con le ruote quadrate”: la recensione

Rossetti è un cantautore toscano che vive tra Firenze, Siena e Arezzo, insieme alla sua compagna Roberta e il loro bambino Edoardo, quattro gatti e un cucciolo di orso di nome Gastone. Ha un furgone con un letto dentro, con il quale si sposta per suonare. Negli spettacoli dal vivo canta su due microfoni, suona la chitarra e picchia una grancassa col tacco del piede destro. Il suo nuovo album si chiama L’amore è una bicicletta con le ruote quadrate, in uscita il 14 giugno.

Rossetti traccia per traccia

Si incomincia piano: Piccola foglia di vento prende le cose con calma e poi allarga i suoni, aggiunge gli archi e si fa più intensa. Cambi di scenario rendono il panorama della canzone sorprendente.

Il signore delle bombe si divide tra un incipit che fa pensare a De Gregori e suoni di chiara ispirazione dei songwriter di marca anglosassone, per un pezzo combattivo e arrabbiato.

C'è grande dolcezza ne L'America, la prima vera ballad del disco, con gli archi di nuovo a sostegno e molta malinconia.

Molto sofferta e con molto pathos nel cantato anche Quello che vale, con la chitarra acustica a tirare le fila.

La demoniaca Lucifero rianima i ritmi, pescando dalla tradizione popolare folk, in una canzone quasi agreste.

Piccoli errori ne L'amore sbagliato, che con il pianoforte riscopre i suoni gentili e tristi, con qualche mormorio sintetico sullo sfondo.

L'idea di te recupera la chitarra per raccontare con tristezza ma anche con un mood estremamente descrittivo.

Immagini di famiglia con Un uomo non è un'isola, altra ballata morbida e tranquilla. Torna il pianoforte in Bastardi senza nome, ultimo percorso soffice tra nuvole di malinconia.

C'è molto "vecchio stampo" nel modo di Rossetti di scrivere le sue canzoni, così se si cercano sonorità contemporanee o futuristiche non è questo l'indirizzo giusto. Ma lo è se si è alla ricerca di canzoni solide, dalle radici forti, capaci di sognare ma anche di osservare bene la realtà.

Genere: cantautore

Se ti piace Rossetti assaggia anche: Andrea Brunotti

Pagina Facebook

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi