Sonar Festival 2018: annunciato il palco di Red Bull Music Academy

Il 14, 15 e 16 giugno torna per il 14esimo anno consecutivo al Sonar Festival di Barcellona il palco di Red Bull Music Academy per presentare alcune delle voci emergenti più interessanti del panorama musicale accanto ad artisti d’avanguardia.

Il palco del SónarDôme ospiterà tre giorni di musica, anteprime e nuovi progetti di ex allievi dell’Academy, première e performance speciali per celebrare, rispettivamente, il 20° e il 25° anniversario dell’Academy e di Sónar.

Tra le performance da segnalare la première mondiale del leggendario batterista e collaboratore di Fela Kuti Tony Allen che salirà sul palco con il pilastro indiscusso della scena funk di Detroit, nonché poliglotta musicale, Amp Fiddler (nella foto). Notevole sarà il tributo all’epoca d’oro della radio di New York da parte del leggendario DJ selector Tony Humphries.

Inoltre, il tour mondiale Diggin’ in the Carts di Red Bull Music Academy farà tappa al Sonar per presentare due dei principali compositori giapponesi di colonne sonore per videogiochi – Yuzo Koshiro e Motohiro Kawashima, creatori della musica di Streets of Rage – insieme al fondatore dell’etichetta discografica Hyperdub in arte Kode9 e D.I.T.C ? (l’esperto di musica per videogame Nick Dwyer), il tutto accompagnato dalle immagini di Konx-om-Pax dell’etichetta Planet Mu e del leggendario animatore giapponese Koji Morimoto.

A guidare un cast già ricchissimo di amici ed ex allievi storici dell’Academy ci sarà DJ Stingray, fondatore del collettivo Urban Tribe e leggenda della scena techno di Detroit, che si esibirà in coppia con il britannico Mumdance, pilastro della musica elettronica, per un B2B set. Dabrye AKA Tadd Mullinix, poliedrico artista originario del Michigan, ritornerà in Europa dopo una lunga pausa, con alcuni brani selezionati dalla sua trilogia di album solisti Three/Three oltre a nuovo materiale inedito,affiancato dal collaboratore di vecchia data Kadence.

Rainforest Spiritual Enslavement, il progetto sperimentale di musica techno di Dominick Fernow, si esibirà live con Silent Servant e Philippe Hallais AKA Low Jack, facendoci addentrare nei regni oscuri della musica ambient con le loro sonorità attinte direttamente dal paesaggio della Papua Nuova Guinea.

La producer d’avanguardia DJ SOPHIE presenterà un’esperienza A/V genre-bending che solo un’anticonformista come lei avrebbe potuto produrre. Tutti saranno affiancati dal trio spagnolo di hip-hop Big Menu e da Chloé, DJ, produttrice e compositrice parigina che presenterà live il suo ultimo lavoro, Slow-Mo.

A completare la line-up di ex allievi della storia quasi ventennale dell’Academy ci saranno The Venopian Solitude, lo sperimentatore di musica elettronica originario della Malesia, che approderà in Spagna per la prima volta con tutta la band al seguito, e la producer, vocalist e compositrice francese OKLou, con il suo electro-pop intimo.

Direttamente da Amsterdam, Suzanne Kraft e Jonny Nash porteranno la loro interpretazione contemplativa della musica ambient. Gli ex allievi spagnoli Clip and Cora Novoa saliranno per la prima volta insieme sul palco, e anche gli ex allievi e colleghi spagnoli Museless e Alex Silva (con immagini appositamente realizzate da Greg St. Pierre) si esibiranno davanti al pubblico di casa.

Pagina Facebook