Timoria, “Sangue impazzito”: #quellochesentivo

quellochesentivoTRAKS ti regala un’altra rubrica, #quellochesentivo, per celebrare canzoni e video che hanno contribuito a costruire il presente con piccoli indizi di bellezza. Si parte dai Timoria di Sangue impazzito, il brano più rappresentativo di Viaggio senza vento (PolyGram, 1993) e probabilmente dell’intera discografia della band lombarda.

1993. Joe inizia il suo viaggio, un viaggio nel tempo e nello spazio, una sfida contro i mostri, reali e ipotetici, che fanno parte della natura umana e del tormento che accompagna lo spirito del Guerriero.

Rock testardo, quello di Pedrini e Renga, che non guarda alla moda, non cerca di essere bello, ma cerca di essere vero. Sono vere le intenzioni, vere le esigenze, vera la voce con cui vengono esternate e vere le note che le accompagnano.

“In giro ancora io
Vivo non lo so”

Quante volte lo smarrimento non è una questione di spazio, quante volte per ritrovarsi è necessario allontanarsi dalle certezze?

“Non so se fuggire o rincorrere
Qualcosa, forse chi”

L’importante è andare, quando il sangue bolle.

Que vada todo bien, Joe

Chiara Orsetti

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi