Fanoya: “Istruzioni” è il nuovo singolo, in vista del nuovo album

Istruzioni è il nuovo singolo dei Fanoya, prodotto da Ventidieci e distribuito da Artist First.

Si apre un nuovo capitolo nella storia dei Fanoya, in cui una scrittura più matura, a tratti disincantata e a tratti sognante, evoca un caleidoscopio di istantanee in cui la costruzione di un quotidiano intriso di sentimenti, attraversato dal tempo giusto per coltivare relazioni e passioni, diventa il punto fermo di fronte a una realtà spesso fagocitata dal lavoro e dal raggiungimento del successo come unico punto fermo.

Dopo il pop di Fette biscottate, Istruzioni è il secondo singolo per la band che anticipa il nuovo lavoro sulla lunga distanza Le Previsioni del Tempo in uscita nel 2021.

Un pezzo dalle atmosfere intimiste e malinconiche, un piccolo manifesto confessionale in cui i Fanoya si cimentano con un racconto in cui le ombre, le difficoltà di ogni giorno, vengono squarciate sempre dai lampi di luce che porta l’idea di coltivare la bellezza e la creatività nelle piccole cose, un nuovo umanesimo relazionale.

Una canzone raffinata e poeticamente visionaria, il pianoforte, la batteria e una magistrale orchestrazione di archi fanno da tappeto sonoro ideale alla vocalità calda di Giacinto Brienza e la scrittura immaginifica e quasi fotografica di Leone Tiso.

In Istruzioni emerge la necessità dei Fanoya di misurarsi con un brano che riprende le tinte agrodolci: caposaldo delle tematiche di cui sono intrise le nuove canzoni, con delle cromature sonore però più soffuse, delicate, delle tinte pastello.

Le frasi diventano bozzetti e le rime inseguono giochi di parole: “Conosco un proprietario terriero / che passa tutta notte tra i campi / convertimi  l’anima in grammi”. E poi similitudini che riescono a rendere magico anche “Il rumore di stoviglie nei caffè / come un quadro impressionista di Monet”, a ricordarci che con un po’ di fantasia e sensibilità tutto intorno a noi può trasformarsi in bellezza. Anche quando si arriva a sera stanchi, assaliti dai rumori sordi della città, e bersi il mal di testa è l’unica opzione possibile.

Pagina Facebook Fanoya
Pagina Instagram Fanoya