Mike Orange: una sorpresa anche per me

Con alle spalle un disco che gli ha regalato ottime soddisfazioni, il cantautore lombardo Mike Orange è pronto per partire per il Sensibile Spring Tour (Sensibile come il titolo dell’album, appunto) che lo porterà piuttosto lontano dai lidi di nascita, tra l’altro suonando con due band diverse. Gli abbiamo rivolto qualche domanda per capirne di più (foto di Diletta Radaelli).

Ciao Mike, raccontami qualcosa delle tue aspettative per questo tour

Ciao a tutte le lettrici e i lettori di TRAKS e bentrovati. Di solito non mi faccio molte aspettative, ma se devo pensare a qualcosa riguardo a questa serie di concerti spero che vada bene, nel senso speriamo di suonare al meglio possibile e che la gente che verrà a vederci si diverta. Fondamentalmente è la solita aspettativa ma su tutto il Belpaese.

Due formazioni diverse: sembra impegnativo. Come stai affrontando la preparazione per questo tipo di sfida?

In realtà sono gli altri che stanno facendo per me. La parte con la prima formazione è quella meno impegnativa, perché sono i musicisti che mi accompagnano da ormai qualche anno. Siamo una formazione rodata, ci divertiamo, le persone si divertono. Quello che più mi incuriosisce è l’altra formazione: il produttore dell’ultimo disco, Luca Alfiero di Loopstudio, ha messo insieme una band per fare il giro tra centro e sud Italia.

Loro stanno già facendo le prove e io mi aggiungerò il giorno prima. Loro sono bravi e professionali, sicuramente faranno tutto al meglio ma il risultato sarà sicuramente una sorpresa anche per me. In tutto questo io devo fare sempre il solito, il che mi mette nella condizione migliore per fare tutto bene

Ci sarà qualche ospite speciale durante le date del tour?

Non ne ho avuto il tempo, le cose da fare sono tante quando prepari un tour così in totale autoproduzione. Mi sarebbe piaciuto portare sul palco Beyoncé e Toffolo dei Tre Allegri (che combo tra l’altro) ma non ci siamo incastrati. No scherzo, in realtà queste date sono importanti perché è la prima volta che vado in Puglia a suonare nella mia vita. Vado in avanscoperta per poi includerla nel mio giro concerti

Qual è il brano che ti emoziona di più eseguire in questa tournée?

Dipende dalle situazioni perché in fondo tutti i brani che sentirete sono miei e quindi dire qual è il tuo preferito risulta un po’ forzato. Dipende molto dal periodo, dalla serata e dal pubblico. Però ti do questa risposta dopo un consulto durato tre giorni tra me e le mie varie personalità: Scotch perché la gente si diverte, Parco perché mi piace il crescendo che c’è per tutta la canzone. Se lo rendiamo bene quel pezzo è una vera bomba

Qual è stata la tua esperienza preferita durante i tour passati?

L’inizio di questo tour lo scorso anno a giugno. E’ stato bello perché è stato l’inizio di un nuovo lavoro e vedere tanta gente incuriosirsi mi ha fatto molto piacere. Ma è stata anche la prima volta in cui il gruppo del Nord (così lo chiamiamo) e il gruppo del Sud si sono incontrati ed è stato molto bello fare gruppo insieme. Quella sensazione me la sono portata dietro per un po’ e sono nati anche degli splendidi rapporti di amicizia.

Mike Orange Sensibile Spring Tour

10/04 – Doolin Pub, Latina (LT)
11/04 – Officina San Domenico, Andria (BAT) w/Peppoh
12/04 – Kilometro 124, Santeramo in Colle (BA)
13/04 – Circolo A/R, Pomezia (RM)
14/04 – Rassegna “Ragli”, Nettuno (RM)
20/04 – Arci Ombriano, Crema (CR) w/guest
17/05 – Circolo Al Bafo, Seriate (BG) w/Latente
14/06 – Centro Internazionale di Quartiere, Milano (MI) w/I pay for two persons

Pagina Instagram Mike Orange