Quaalude, “Under my Hat”: recensione e streaming

E’ online Under My Hat, il nuovo album dei Quaalude. Il progetto è la chiusura di un viaggio introspettivo iniziato nel 2017 con You Lift Me Up, primo estratto del disco. Le varie tracce dell’album vanno a definire una proposta musicale che riesce a toccare diversi stati d’animo e situazioni della vita. Si spazia tra malinconia, spensieratezza, delusioni ma alla fine si arriva anche alla pace e ad un messaggio di augurio e benessere. 

“Under My Hat” è una raccolta di pensieri intimi, di esperienze vissute, di delusioni, di rabbia ma anche di gioia e di speranza. Tutti i brani possono essere interpretati a seconda della propria esperienza: è un dialogo tra chi canta e chi ascolta. Chiunque può indossare il cappello, vedere (o meglio ascoltare) cosa c’è sotto e scoprire di aver vissuto almeno una volta nella vita quella stessa esperienza con un amico, una persona amata, uno sconosciuto”.

Quaalude traccia per traccia

La traccia d’apertura del disco è Simplicity: mantiene fede al proprio titolo con un andamento lineare e fluido, tra rock e pop, con qualche sensazione 90s e qualche esplosione elettrica.

Anche più dinamica la seguente Anybody Else, che ha un passo svelto e qualche altra suggestione vintage pop.

E proprio come nei dischi vintage, il terzo posto in tracklist è quello della ballatona: prima acustica, poi elettrica, The First Time (For a Thousand Times) è dedicata soprattutto a ricordarci che anche i rocker hanno un cuore.

Si recupera subito ritmo e fiato con My Advice, che funkeggia un po’, ma sotto un abito prettamente rock.

Ma c’è spazio subito per un’altra ballata a cuore aperto: è la volta di Save Us, che segue andamenti molto melodici dettati dal pianoforte.

Ritmi marcati e un ritorno al predominio della chitarra per You Lift Me Up, che sa un po’ di Cranberries.

Con un’intro un po’ True Colors, ecco l’ultimo lento, 17th December, conferma del lato morbido della band.

Non si può dire che la miscela dei Quaalude sorprenda: fedeli ai propri modelli, seguono la propria strada miscelando melodia e ritmo. Il risultato è positivo, anche se qualche guizzo di creatività in più non avrebbe guastato.

Genere: rock-pop

Se ti piacciono i Quaalude assaggia anche: Airway

Pagina Facebook Quaalude