Tidal Waves, “Avalanches”: recensione e streaming

I Tidal Waves sono un trio rock di base a Napoli. La band, formatasi nel 2016, è il punto d'approdo delle varie esperienze musicali di Antonio (voce e chitarra), Francesco (basso) ed Andrea (batteria). Nel 2017, dopo una serie di concerti, sono support band di Gnut e Giorgio Ciccarelli (Afterhours), in alcune date in Campania.

A marzo 2018 esce il videoclip del singolo: All that you have tried. Ecco poi Avalanches, primo lavoro in studio; disco autoprodotto dalla band e attualmente distribuito in formato digitale.

Tidal Waves traccia per traccia

Si parte dalla quasi title track, Avalanche, che ha una partenza moderata e piuttosto giudiziosa, ma presto inizia a fare un certo rumore, con una parte finale molto intensa.

Sezione ritmica in evidenza per una potente Evil, per effetti corali e vibranti sparsi per tutta la lunghezza del brano.

Parte brusca e con armonie vocali un po' in stile Queen Never, che poi riempie le casse di elettricità e volontà.

All that you have tried si svincola e procede a pieno ritmo verso sonorità power pop, con influssi internazionali molto evidenti.

Dalle onde alle valanghe il procedimento non è rettilineo, mentre lo è spesso la musica dei Tidal Waves, che increspano la superficie del rock con un lavoro potente e diretto.

Genere: rock

Se ti piacciono i Tidal Waves assaggia anche: Mac and the Bee

Pagina Facebook

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi